5 Gennaio 2023

Quale è un Notebook ideale per un sistemista?

In un notebook, al di la delle caratteristiche tecniche quello che fa la differenza è il marchio ed il supporto che esso fornisce.

Notebook per un sistemista DELL LENOVO

I notebook DELL, Lenovo e Apple sono molto diffusi tra i professionisti di mestiere sistemisti. Ciò è dovuto a una serie di fattori, come la qualità dei prodotti, le opzioni di configurazione disponibili e la disponibilità di assistenza tecnica specializzata.

DELL e Lenovo sono due produttori che offrono una ampia gamma di notebook per sistemisti, con diverse opzioni di configurazione in base alle esigenze individuali. I loro prodotti sono spesso apprezzati per la loro affidabilità e per la facile riparabilità, che li rende ideali per l’utilizzo in ambienti aziendali. Inoltre, entrambi i produttori offrono opzioni di assistenza onsite e NBD (Next Business Day) come parte dei loro pacchetti di garanzia, il che è importante per i sistemisti che devono gestire problemi rapidamente.

Apple è anche un produttore molto diffuso tra i sistemisti, nonostante non offra opzioni di assistenza onsite o NBD per i suoi notebook. I MacBook sono apprezzati per la loro qualità costruttiva e per le prestazioni elevate, e sono spesso utilizzati in ambienti creativi e di design. Tuttavia, la mancanza di opzioni di assistenza onsite e NBD può essere un inconveniente per i sistemisti che devono gestire problemi in modo tempestivo.

Quando si cerca un notebook ideale per un sistemista, ci sono alcune caratteristiche che vanno considerate con particolare attenzione. In primo luogo, è importante che il dispositivo sia facilmente trasportabile, in modo da poterlo portare facilmente in giro per l’azienda o per gli interventi onsite. Inoltre, le dimensioni ridotte possono essere un vantaggio, poiché un notebook più piccolo sarà più facile da trasportare e da usare in spazi ristretti.

La durata della batteria è anche un fattore importante da considerare, poiché un sistemista potrebbe dover lavorare per lunghe ore lontano da una presa di corrente. Una batteria con un’autonomia più elevata garantirà che il notebook possa essere utilizzato per tutto il giorno senza dover essere ricaricato.

Assistenza onsite rispetto a spedizione in RMA

Un’altra caratteristica importante è l’assistenza onsite, che consente al tecnico di intervenire direttamente presso la sede del cliente per risolvere i problemi. Inoltre, è importante verificare se il produttore offre una garanzia NBD (Next Business Day), che garantisce la riparazione o la sostituzione del notebook entro il giorno lavorativo successivo in caso di guasto.

Produttori come DELL e LENOVO offrono spesso opzioni di assistenza onsite e NBD come parte dei loro pacchetti di garanzia. Tuttavia, è importante notare che Apple non offre opzioni di assistenza onsite e NBD per i suoi notebook. Invece, in caso di problemi con un MacBook, è necessario spedire il dispositivo al centro di assistenza Apple tramite una procedura di RMA (Return Merchandise Authorization). Ciò può essere problematico per un sistemista, poiché richiede l’invio dei dati presenti sul dispositivo al centro di assistenza, il che potrebbe compromettere la privacy dei dati.

Assistenza Onsite DELL

La sicurezza dei dati è una preoccupazione importante quando si invia un dispositivo in assistenza RMA (Return Merchandise Authorization). I dati presenti sul dispositivo, come foto, documenti e informazioni personali, potrebbero essere esaminati dai tecnici dell’assistenza durante il processo di riparazione. Se questi dati non venissero protetti adeguatamente, potrebbero essere esposti a rischi di sicurezza come il furto di dati o l’accesso non autorizzato.

Uno studio del 2018 pubblicato sulla rivista “Computers & Security” ha esaminato la sicurezza dei dati durante il processo di riparazione RMA in diversi produttori di elettronica di consumo. L’indagine ha scoperto che molti produttori non adottavano misure adeguate a proteggere i dati dei clienti durante la riparazione. Ad esempio, alcuni produttori non cancellavano i dati dai dispositivi riparati prima di restituirli ai clienti, il che poteva esporsi a rischi di sicurezza.

Inoltre, un rapporto del 2017 pubblicato dalla società di sicurezza informatica Kromtech ha scoperto che alcuni centri di assistenza di terze parti non adottavano misure adeguate a proteggere i dati dei clienti durante la riparazione. Ad esempio, alcuni centri di assistenza non utilizzavano software di cancellazione sicura per rimuovere i dati dai dispositivi, il che poteva rendere più facile il recupero dei dati da parte di hacker o malfattori.

Come funziona l’assistenza On Site di DELL?

Il servizio di assistenza on site di Dell per la riparazione di prodotti Dell in garanzia offre la possibilità di far riparare i propri dispositivi direttamente presso la propria sede, evitando la necessità di inviare il prodotto in un centro di assistenza. Il servizio di assistenza on site viene eseguito da tecnici Dell qualificati e autorizzati, che si recano presso la sede del cliente per effettuare la riparazione.

Il lavoro che il tecnico Dell esegue durante un intervento di assistenza on site dipende dal problema riscontrato sul dispositivo. In generale, il tecnico effettuerà una diagnosi completa del dispositivo per individuare la causa del problema e procederà con la riparazione necessaria. Le riparazioni possono includere la sostituzione di componenti hardware difettosi, l’aggiornamento del software o la configurazione del dispositivo.

Per garantire che il tecnico abbia tutte le parti di ricambio necessarie per effettuare la riparazione, Dell utilizza un sistema di gestione dei componenti di ricambio. Il tecnico effettuerà una prenotazione per la riparazione e Dell provvederà ad inviare le parti di ricambio necessarie direttamente presso la sede del cliente prima dell’intervento. In questo modo, il tecnico avrà tutto il necessario per effettuare la riparazione in modo efficiente e tempestivo.

Business continuity e tempi di riparazione più veloci

Un intervento di riparazione onsite next business day (NBD) offre diversi vantaggi rispetto alla spedizione RMA (Return Merchandise Authorization). In primo luogo, le tempistiche sono generalmente più veloci con un intervento onsite NBD. Invece di dover attendere il tempo necessario per la spedizione del dispositivo al centro di assistenza e il suo ritorno, il tecnico può intervenire direttamente presso la sede del cliente per risolvere il problema. Ciò può significare tempi di riparazione più rapidi e meno tempo perso in attesa.

Inoltre, un intervento onsite NBD può contribuire a garantire la continuità aziendale. Se il dispositivo in questione è cruciale per il funzionamento dell’azienda, la riparazione tempestiva può essere fondamentale per evitare interruzioni del lavoro. Invece, con la spedizione RMA, il dispositivo può essere inutilizzabile per un periodo di tempo più lungo, il che può interrompere la continuità aziendale.

Oltre alle caratteristiche menzionate, ci sono altri fattori da considerare quando si sceglie un notebook per un sistemista. Ad esempio, è importante verificare che il dispositivo sia dotato di sufficiente memoria RAM e spazio di archiviazione per gestire i carichi di lavoro intensivi. Inoltre, è importante assicurarsi che il notebook sia dotato di porte e connettività adeguate all’utilizzo in un ambiente aziendale.

Evitare di comprare un nuovo Notebook, nel frattempo che il proprio è in riparazione RMA.

Avere l’assistenza onsite next business day può essere molto utile in caso di problemi con il proprio notebook. Se il dispositivo ha bisogno di essere inviato in riparazione tramite un processo di RMA (Return Merchandise Authorization), ciò può richiedere del tempo, spesso anche oltre due settimane. In questo periodo, sarebbe difficile fare a meno del notebook per svolgere le proprie attività quotidiane.

L’assistenza onsite next business day permette di avere un tecnico specializzato che si reca presso il proprio ufficio o abitazione il giorno lavorativo successivo al momento in cui si verifica il problema, evitando così di dover acquistare un nuovo dispositivo nel frattempo. In questo modo, si può continuare a lavorare senza interruzioni e senza dover spendere denaro per l’acquisto di un nuovo notebook.

Inoltre, l’assistenza onsite next business day offre la comodità di non dover trasportare il dispositivo fino a un centro di assistenza, risparmiando tempo e fatica. In caso di problemi con il proprio notebook, quindi, l’assistenza onsite next business day rappresenta una soluzione pratica e conveniente.

Aumentare la percezione di professionalità del professionista informatico

L’abito non fa il monaco… ma aiuta a dire messa.

Forse al tempo del lockdown e dello Smart working alcuni concetti della fisicità in presenza sono andati fortunatamente persi, sostituendo le 2 ore di viaggio per una call ad una semplicissima call su Google Meet o su Zoom; tuttavia, gli incontri in presenza non sono morti del tutto, soprattutto quando ci si trova a fare sistemistica on site presso le sedi dei clienti.

Curare molto l’aspetto, camicie di marca, scarpe italiane classiche di qualità ed un vestito elegante per poi sfoggiare sopra il tavolo ovale in vetro della sala riunioni un computer da gaming con forme improbabili e luci colorate manco fosse Disneyland.

Anche l’occhio vuole la sua parte e voler presentarsi con un approccio professionale significa anche sfoggiare un notebook ed un marchio che sia in linea con l’immaginario collettivo del consulente IT.

DELL Business Man

I marchi di notebook come Dell e Thinkpad sono percepiti come di maggior valore e professionalità rispetto ad altri marchi come ASUS, HP o Acer, poiché sono stati storicamente associati all’uso professionale e all’affidabilità. Dell e Thinkpad, ad esempio, sono stati utilizzati per molti anni da aziende e professionisti per la loro durabilità e affidabilità.

D’altra parte, marchi come ASUS, HP o Acer sono più comunemente associati all’uso domestico e al gaming e non hanno la stessa reputazione di affidabilità e professionalità di Dell e Thinkpad.

I marchi di notebook come Dell e Thinkpad possono aumentare e migliorare la percezione di professionalità e competenza del possessore per diverse ragioni. Innanzitutto, questi marchi sono stati a lungo associati all’uso professionale e all’affidabilità. Possedere un notebook Dell o Thinkpad può quindi trasmettere l’idea che il possessore sia un professionista serio e affidabile. Inoltre, questi marchi offrono solitamente una migliore assistenza clienti rispetto ad altri marchi, il che può essere importante per coloro che hanno bisogno di supporto tecnico per la loro attività professionale. Un utente che utilizza un notebook Dell o Thinkpad può quindi essere percepito come un utente che ha fatto una scelta consapevole e che valorizza l’affidabilità e il supporto tecnico. Inoltre, i marchi Dell e Thinkpad sono spesso associati a grandi aziende e organizzazioni, ciò può dare l’impressione che il possessore sia un professionista di alto livello che lavora in un ambiente simile. In sintesi, possedere un notebook Dell o Thinkpad può aumentare la percezione di professionalità e competenza del possessore, poiché trasmette l’idea che il possessore sia un professionista serio, affidabile e che valorizza l’affidabilità e il supporto tecnico.

Tuttavia, è importante notare che non è il notebook in sé a fare la competenza e la professionalità di un consulente, ma è la competenza e le capacità del consulente stesso a determinare il proprio livello di professionalità.

Notebook certificati per Ubuntu Linux.

DELL ad esempio ha ottenuto la certificazione Ubuntu Linux per i suoi notebook attraverso un processo dettagliato e rigoroso.

In primo luogo, Dell ha lavorato a stretto contatto con la comunità Ubuntu per garantire che i propri notebook soddisfino i requisiti di compatibilità stabiliti dalla comunità. Ciò include la verifica della compatibilità dei driver per componenti hardware come schede grafiche, schede di rete e dispositivi di input, nonché la verifica della funzionalità di funzionalità importanti come la gestione dell’alimentazione e la sicurezza.

Supporto Linux DELL Notebook

In secondo luogo, Dell ha dovuto dimostrare che i propri notebook sono in grado di eseguire Ubuntu Linux in modo stabile e affidabile, superando i test di performance e di stabilità previsti dalla comunità. Questi test sono stati eseguiti su una vasta gamma di configurazioni hardware e software per garantire la massima compatibilità.

Infine, Dell ha dovuto dimostrare di avere un supporto adeguato in place per gli utenti che utilizzano Ubuntu Linux sui propri notebook, offrendo documentazione, guide e assistenza tecnica per aiutare gli utenti a configurare e utilizzare i propri dispositivi in modo ottimale.

Attraverso questo processo dettagliato e rigoroso, Dell è riuscita ad ottenere la certificazione Ubuntu Linux per i propri notebook, dimostrando la loro compatibilità, affidabilità e supporto per l’uso di questa popolare distribuzione Linux.

Un breve accenno sul corredo software tra sistemi Windows, Linux e Apple

Il termine sistemista può essere utilizzato in modo generico per indicare una persona che si occupa della gestione e della manutenzione di sistemi informatici. In questo senso, un sistemista potrebbe lavorare sia con sistemi operativi Windows che Linux.

Tuttavia, se si vuole parlare di un sistemista che si occupa principalmente di sistemi operativi Linux, il corredo del software diventa molto importante per la produttività. Uno dei tool più utili per un sistemista Linux è Mobaxterm, una piattaforma che offre una serie di funzionalità avanzate per la gestione di sistemi Linux da un ambiente Windows.

Mobaxterm include una serie di strumenti per la gestione di server, come il client SSH integrato, il terminale X11, il supporto per la trasmissione di file sicuri con SFTP e il supporto per l’accesso remoto tramite RDP e VNC. Inoltre, Mobaxterm include anche una serie di tool per lo sviluppo di codice, come il debugger GDB, il compilatore GCC e il supporto per numerosi linguaggi di programmazione come C, C++, Python, Ruby e altri.

Un altro vantaggio di Mobaxterm è che è disponibile sia per Windows che per Linux, il che significa che è possibile utilizzare lo stesso tool su entrambi i sistemi operativi. Tuttavia, Mobaxterm non è disponibile per Apple, il che significa che per un sistemista che lavora principalmente con sistemi operativi macOS potrebbe essere più difficile ottenere gli stessi livelli di produttività.

Conclusioni

Avendo valutato da anni la bontà della manifattura dell’hardware e del supporto tecnico on site, nonchè il rapporto qualità prezzo dei due principali contendenti tra DELL e Lenovo, in Managed Server abbiamo scelto DELL come fornitore di Notebook per utilizzo professionale, trovando nel prodotto e nel servizio un valore aggiunto molto importante per un’azienda che necessita di evitare contrattempi e problematiche di tipo hardware.

In conclusione, è importante tenere presente che le informazioni presenti in questo articolo sono frutto delle considerazioni personali emerse in oltre 15 anni di lavoro come sistemista Linux e hosting provider. Non si tratta di verità assolute, ma di un punto di vista basato sull’esperienza personale. Ogni sistemista ha le proprie preferenze e opinioni sui diversi strumenti e sistemi operativi, e ciò che funziona per una persona potrebbe non essere la scelta migliore per un’altra. Tuttavia, spero che queste informazioni possano essere utili come punto di partenza per chi è interessato al mondo dei sistemi informatici.

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

Scroll to Top