15 Luglio 2023

L’importanza delle immagini adattive nelle web performance e nei Core Web Vitals

Comprendere l’Impatto delle Immagini Adattive: Come un Attento Uso delle Immagini può Rivoluzionare le Performance del Sito Web e Migliorare le Metriche dei Core Web Vitals

Viviamo in un’epoca digitale dominata dal web, dove il design e le prestazioni di un sito web o di un’applicazione assumono un’importanza vitale. Queste due componenti lavorano in sinergia, formando il fondamento dell’esperienza utente. Una buona performance del sito web non è solo un obiettivo desiderabile, ma un requisito indispensabile che può direttamente influenzare il successo di un sito o di un’applicazione. Un sito che funziona in modo efficiente e veloce offre un’esperienza più piacevole, incoraggia gli utenti a rimanere più a lungo e aumenta la probabilità che compiano l’azione desiderata, come un acquisto o la registrazione a un servizio.

In questo vasto e complesso scenario, le immagini adattive svolgono un ruolo decisivo. La gestione efficiente delle immagini è un aspetto cruciale dell’ottimizzazione delle prestazioni del sito web, dato che le immagini costituiscono una porzione significativa del peso totale di una pagina web. Le immagini adattive, in particolare, possono portare a miglioramenti significativi nella velocità di caricamento delle pagine e nell’esperienza complessiva dell’utente.

In questo articolo, ci addentreremo nel mondo delle immagini adattive, esaminando il loro funzionamento, l’importanza che rivestono nel contesto dei Core Web Vitals – il set di metriche introdotto da Google per valutare l’esperienza utente – e come possano contribuire a migliorare l’esperienza utente, in particolare in contesti in cui la connessione a internet è lenta o instabile, come può essere su reti 4G o 3G.

Questo esame dettagliato ci permetterà di capire il significativo impatto che le immagini adattive possono avere sulla performance di un sito web e sulla sua capacità di fornire un’esperienza utente ottimale. A prescindere dal tipo di connessione a internet utilizzata, un’esperienza utente positiva può fare la differenza tra il successo e il fallimento di un sito o di un’applicazione web.

Che cosa sono i Core Web Vitals?

Google, con la sua incessante ricerca di migliorare e ottimizzare l’esperienza utente sul web, ha introdotto i Core Web Vitals, un set fondamentale di metriche destinato a diventare un riferimento essenziale per gli sviluppatori e i professionisti del web. Queste metriche offrono una visione quantitativa e qualitativa dell’esperienza utente, focalizzandosi su aspetti cruciali come il caricamento, l’interattività e la stabilità visiva del contenuto di una pagina web.

I Core Web Vitals includono il Largest Contentful Paint (LCP), il First Input Delay (FID) e il Cumulative Layout Shift (CLS), ognuno dei quali è progettato per misurare e quantificare un aspetto distinto e fondamentale dell’esperienza utente.

Core-Web-Vitals

 

Il LCP è una metrica che misura il tempo impiegato per il caricamento del più grande blocco di contenuto visibile all’interno della viewport dell’utente. Si tratta di un indicatore essenziale della velocità percettiva di caricamento di una pagina, dando un’idea di quanto tempo un utente debba aspettare prima di vedere il contenuto sostanziale della pagina.

Il FID, invece, si occupa di quantificare l’interattività di una pagina. Misura il tempo che intercorre tra il momento in cui un utente interagisce con una pagina (ad esempio, cliccando su un link o un pulsante) e il momento in cui il browser è in grado di rispondere a quell’interazione. Questa metrica è fondamentale per capire quanto sia reattiva una pagina dal punto di vista dell’utente.

Infine, il CLS si concentra sulla stabilità visiva di una pagina. Questa metrica calcola la somma totale di tutti gli spostamenti di layout inaspettati che si verificano durante la visita di una pagina. Questo è particolarmente importante per garantire che gli utenti non facciano interazioni errate a causa di movimenti di contenuto inaspettati.

Ciascuna di queste metriche offre una visione approfondita degli elementi chiave che contribuiscono all’esperienza utente sul web, consentendo ai professionisti del settore di ottimizzare le loro pagine in modo più mirato e efficace. I Core Web Vitals rappresentano quindi uno strumento fondamentale per chiunque miri a fornire un’esperienza utente di alta qualità, rendendoli un elemento essenziale dell’ecosistema del web moderno.

 

In merito ai Core Web Vitals abbiamo scritto diversi articoli specifici in merito a cosa sono i Core Web Vitals, nonchè come si ottimizzano i Core Web Vitals.

Immagini adattive e loro impatto sui Core Web Vitals

Le immagini adattive rappresentano una tecnica innovativa e efficace per ottimizzare le prestazioni delle pagine web, rendendo l’esperienza degli utenti più fluida e piacevole. Questo metodo implica la generazione e distribuzione di diverse varianti di una stessa immagine, ciascuna ottimizzata per una specifica risoluzione del dispositivo. Questo processo di ottimizzazione delle immagini viene effettuato utilizzando diverse tecniche, tra cui la compressione senza perdita di dati, il ridimensionamento e la modifica del formato dell’immagine.

Quando un utente accede a una pagina web, il server web rileva la risoluzione del dispositivo dell’utente e fornisce la versione dell’immagine più appropriata. Ad esempio, un utente su un dispositivo mobile con una risoluzione inferiore riceverà una versione più piccola e leggera dell’immagine, ottimizzata per il suo dispositivo. Questa immagine avrà una dimensione in pixel e una qualità adeguata a garantire un’eccellente esperienza visiva senza sovraccaricare la banda o le risorse del dispositivo. Al contrario, un utente su un dispositivo desktop con una risoluzione più alta riceverà una versione più grande e dettagliata dell’immagine.

Questo approccio di adattabilità ha un impatto significativo sui Core Web Vitals di Google, un insieme di metriche destinate a valutare la qualità dell’esperienza utente su una pagina web. Un esempio pertinente è l’impatto delle immagini adattive sul Largest Contentful Paint (LCP), una metrica che misura il tempo necessario per caricare il più grande elemento di contenuto visibile sulla pagina. Utilizzando immagini adattive, la dimensione complessiva dell’immagine viene ridotta per i dispositivi con risoluzione inferiore, risultando in un LCP più veloce, poiché le immagini ottimizzate per il dispositivo impiegano meno tempo per essere caricate.

Inoltre, le immagini adattive possono contribuire a ridurre il First Input Delay (FID), un’altra metrica Core Web Vital che misura la quantità di tempo che intercorre tra il primo input dell’utente (ad esempio, un clic o un tocco) e la risposta del browser. Un browser può rispondere più rapidamente alle interazioni dell’utente se non è oberato dal compito di caricare e renderizzare immagini di grandi dimensioni. Di conseguenza, utilizzare versioni più leggere delle immagini per dispositivi con risoluzione inferiore può migliorare significativamente il FID.

Infine, l’utilizzo di immagini adattive può anche aiutare a mantenere basso il Cumulative Layout Shift (CLS), una metrica che valuta la stabilità visiva di una pagina prevenendo spostamenti inaspettati del layout. Fornire immagini di dimensioni appropriate per il dispositivo e la risoluzione dell’utente può prevenire l’espansione o il restringimento inaspettato degli elementi visivi, garantendo un CLS minore e un’esperienza utente più stabile e prevedibile.

Vantaggi delle immagini adattive

Le immagini adattive apportano vantaggi significativi a qualsiasi sito web, ma questi vantaggi si amplificano notevolmente per gli utenti con connessioni di rete lente o instabili, come quelle fornite da reti 3G o 4G. Questi benefici sono multipli e hanno un impatto diretto sulla velocità di caricamento della pagina, sulla qualità dell’esperienza dell’utente e, di conseguenza, sulle metriche di coinvolgimento e di conversione del sito.

Innanzitutto, è fondamentale capire che le immagini rappresentano una parte significativa del peso totale di una pagina web. In alcuni casi, possono rappresentare oltre il 50% della dimensione totale della pagina. La riduzione del peso delle immagini attraverso l’ottimizzazione delle dimensioni delle immagini può avere, quindi, un impatto drastico sulla velocità di caricamento di una pagina.

Questa riduzione del peso della pagina ha un effetto diretto e significativo sulla user experience. Per gli utenti con connessioni lente o instabili, il download di immagini di grandi dimensioni può comportare lunghi tempi di caricamento, creando interruzioni e ritardi che possono frustrare gli utenti e farli abbandonare il sito. L’uso di immagini adattive può ridurre notevolmente questi tempi di caricamento, permettendo a una pagina di caricarsi più velocemente e fluidamente.

Prendiamo ad esempio una pagina web che contiene un’immagine di grandi dimensioni destinata a essere visualizzata su un desktop con una risoluzione di 1920×1080. Questa immagine potrebbe facilmente avere una dimensione di 2 MB o più. Tuttavia, su un dispositivo mobile con una risoluzione di 480×320, una versione ottimizzata di questa immagine potrebbe avere una dimensione di soli 200 KB. Questa è una riduzione del 90% della dimensione dell’immagine, che si traduce in una riduzione significativa del tempo di caricamento della pagina, specialmente su una connessione 3G o 4G.

Inoltre, quando le immagini adattive sono implementate correttamente, la qualità visiva delle immagini non viene compromessa. Questo significa che gli utenti su dispositivi mobili non solo beneficiano di tempi di caricamento più veloci, ma ricevono anche immagini che sono state ottimizzate per la loro risoluzione di schermo specifica, garantendo così una qualità visiva ottimale.

Migliorare l’esperienza utente con immagini ottimizzate

L’utilizzo di immagini adattive, oltre a ridurre significativamente i tempi di caricamento, ha la capacità di elevare la qualità dell’esperienza utente in modi variegati e rilevanti. In particolare, un’immagine opportunamente ottimizzata per un dispositivo mobile apparirà più nitida, dettagliata e visivamente accattivante su quel dispositivo rispetto a un’immagine di grandi dimensioni semplicemente ridimensionata.

Questo perché quando un’immagine di alta risoluzione viene ridimensionata per adattarsi a un display di risoluzione inferiore, i dettagli fini possono essere persi e l’immagine può sembrare sfocata o pixelata. D’altro canto, un’immagine adattiva viene creata specificamente per la risoluzione target, preservando la nitidezza e i dettagli. Questo implica che la visualizzazione dell’immagine sul dispositivo mobile avrà una qualità ottimale, contribuendo a un design del sito più attraente e professionale, e quindi a un’esperienza utente superiore.

Inoltre, l’uso di immagini adattive può contribuire in modo significativo a garantire che i contenuti vengano presentati in modo appropriato e coerente su diversi dispositivi. Ciò è particolarmente importante nell’era attuale, dove la navigazione web viene effettuata da una vasta gamma di dispositivi, dai desktop di alta risoluzione ai dispositivi mobili con schermi più piccoli e risoluzioni diverse.

Ad esempio, un’immagine che è perfettamente formattata e visualizzata su un desktop potrebbe non mantenere la stessa qualità di presentazione su un dispositivo mobile se non è stata adeguatamente ottimizzata. Potrebbe essere troppo grande, troppo piccola, o potrebbe alterare il layout della pagina in modi non intenzionali, tutti problemi che possono degradare l’esperienza utente. Un’immagine adattiva, al contrario, mantiene la sua qualità visiva e il suo posizionamento a prescindere dal dispositivo utilizzato per la visualizzazione, garantendo un’esperienza uniforme e di alta qualità su tutti i dispositivi.

Da un punto di vista tecnico, ciò viene realizzato utilizzando vari strumenti e tecniche, come l’elemento picture di HTML5, vari attributi di sorgente e media queries CSS, che permettono di specificare diverse versioni di un’immagine per diverse risoluzioni di schermo o servizi di CDN self hosted o PaaS o SaaS.

L’uso di immagini adattive non è solo una strategia di ottimizzazione delle prestazioni, ma anche un elemento chiave per fornire un’esperienza utente superiore, indipendentemente dal dispositivo utilizzato per la navigazione. Questo approccio olistico migliora l’attrattiva visiva del sito, assicura la coerenza del contenuto attraverso i vari dispositivi e, in definitiva, incoraggia l’engagement e la fedeltà degli utenti.

Risoluzione dell’errore “Usa immagini di dimensioni adeguate” con immagini adattive

Un altro errore comune che si può riscontrare durante l’analisi di un sito web con Google PageSpeed Insights è “Usa immagini di dimensioni adeguate”. Questo avviso si verifica quando le immagini caricate sul sito sono più grandi delle dimensioni effettive richieste dal layout del sito su un determinato dispositivo. In altre parole, l’immagine è troppo grande per lo spazio che dovrebbe occupare, causando un inutile spreco di dati da scaricare e di risorse per il rendering.

Questo problema può essere risolto in modo efficace attraverso l’uso di immagini adattive. Quando usiamo tecniche come l’attributo ‘srcset’ nel tag dell’immagine o l’elemento ‘picture’, possiamo fornire al browser diverse versioni della stessa immagine a diverse risoluzioni. Il browser seleziona quindi l’immagine più appropriata in base alle dimensioni del viewport e alla densità dei pixel del dispositivo dell’utente.

Usa immagini di dimensioni adeguate

Ad esempio, se un’immagine deve occupare uno spazio di 500px di larghezza sul layout di una pagina in un dispositivo mobile, non ha senso servire un’immagine di 2000px di larghezza che occuperebbe quattro volte il necessario in termini di larghezza e, conseguentemente, un volume molto più grande di dati da scaricare. Invece, con l’uso di immagini adattive, possiamo fornire un’immagine di 500px di larghezza specifica per quei dispositivi, riducendo così la quantità di dati necessari per scaricare l’immagine e risparmiando risorse per il rendering.

Questo approccio garantisce che vengano servite solo le immagini di dimensioni appropriate, ottimizzando l’utilizzo dei dati e migliorando i tempi di caricamento del sito. Di conseguenza, si risolve l’errore “Usa immagini di dimensioni adeguate” segnalato da Google PageSpeed Insights, contribuendo a migliorare il punteggio complessivo di performance del sito.

Conclusione

La rilevanza e l’efficacia delle immagini adattive nel contesto delle performance web e dei Core Web Vitals è un elemento che non può essere trascurato o sottovalutato. Questa metodologia di gestione delle immagini si rivela non solo strategica, ma fondamentale per ottenere risultati apprezzabili in termini di prestazioni e ottimizzazione del sito web.

La principale attrattiva delle immagini adattive risiede nella sua capacità di offrire una serie di vantaggi chiave che contribuiscono a migliorare significativamente l’esperienza utente. Questi includono la riduzione significativa dei tempi di caricamento delle pagine, un elemento cruciale nell’epoca attuale in cui la velocità è sinonimo di efficienza e successo. Un sito web che si carica rapidamente è più attraente per l’utente, incoraggia una maggiore interazione e, di conseguenza, porta a una maggiore conversione e fedeltà del cliente.

Inoltre, l’uso di immagini adattive contribuisce a ottimizzare l’esperienza utente, garantendo che le immagini visualizzate siano delle dimensioni, risoluzioni e formati più appropriati per il dispositivo specifico che l’utente sta utilizzando. Questo garantisce non solo la coerenza visiva, ma anche l’adeguatezza del contenuto a vari tipi di dispositivi, dai desktop di alta risoluzione ai dispositivi mobili più piccoli.

Questo approccio fornisce un’esperienza personalizzata per l’utente, indipendentemente dal dispositivo utilizzato, garantendo la massima qualità visiva e un’interazione fluida. Questo aspetto diventa ancora più rilevante nell’attuale scenario digitale multidevice, dove un’esperienza utente uniforme e di alta qualità attraverso tutti i dispositivi è fondamentale.

In conclusione, se il tuo obiettivo è migliorare le performance del tuo sito web, aumentare l’engagement degli utenti e garantire una user experience di alta qualità, l’implementazione di immagini adattive dovrebbe essere un elemento centrale della tua strategia di ottimizzazione. Il loro impatto positivo sulla velocità di caricamento, sull’esperienza utente e sulla coerenza del contenuto attraverso vari dispositivi rende le immagini adattive uno strumento indispensabile nel toolkit di ogni sviluppatore e designer web.

Hai dei dubbi? Non sai da dove iniziare? Contattaci !

Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

Managed Server S.r.l. è un player italiano di riferimento nel fornire soluzioni avanzate di sistemistica GNU/Linux orientate all’alta performance. Con un modello di sottoscrizione dai costi contenuti e prevedibili, ci assicuriamo che i nostri clienti abbiano accesso a tecnologie avanzate nel campo dell’hosting, server dedicati e servizi cloud. Oltre a questo, offriamo consulenza sistemistica su sistemi Linux e manutenzione specializzata in DBMS, IT Security, Cloud e molto altro. Ci distinguiamo per l’expertise in hosting di primari CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Joomla, OpenCart e Magento, affiancato da un servizio di supporto e consulenza di alto livello adatto per la Pubblica Amministrazione, PMI, ed aziende di qualsiasi dimensione.

Red Hat, Inc. detiene i diritti su Red Hat®, RHEL®, RedHat Linux®, e CentOS®; AlmaLinux™ è un marchio di AlmaLinux OS Foundation; Rocky Linux® è un marchio registrato di Rocky Linux Foundation; SUSE® è un marchio registrato di SUSE LLC; Canonical Ltd. detiene i diritti su Ubuntu®; Software in the Public Interest, Inc. detiene i diritti su Debian®; Linus Torvalds detiene i diritti su Linux®; FreeBSD® è un marchio registrato di The FreeBSD Foundation; NetBSD® è un marchio registrato di The NetBSD Foundation; OpenBSD® è un marchio registrato di Theo de Raadt. Oracle Corporation detiene i diritti su Oracle®, MySQL®, e MyRocks®; Percona® è un marchio registrato di Percona LLC; MariaDB® è un marchio registrato di MariaDB Corporation Ab; REDIS® è un marchio registrato di Redis Labs Ltd. F5 Networks, Inc. detiene i diritti su NGINX® e NGINX Plus®; Varnish® è un marchio registrato di Varnish Software AB. Adobe Inc. detiene i diritti su Magento®; PrestaShop® è un marchio registrato di PrestaShop SA; OpenCart® è un marchio registrato di OpenCart Limited. Automattic Inc. detiene i diritti su WordPress®, WooCommerce®, e JetPack®; Open Source Matters, Inc. detiene i diritti su Joomla®; Dries Buytaert detiene i diritti su Drupal®. Amazon Web Services, Inc. detiene i diritti su AWS®; Google LLC detiene i diritti su Google Cloud™ e Chrome™; Facebook, Inc. detiene i diritti su Facebook®; Microsoft Corporation detiene i diritti su Microsoft®, Azure®, e Internet Explorer®; Mozilla Foundation detiene i diritti su Firefox®. Apache® è un marchio registrato di The Apache Software Foundation; PHP® è un marchio registrato del PHP Group. CloudFlare® è un marchio registrato di Cloudflare, Inc.; NETSCOUT® è un marchio registrato di NETSCOUT Systems Inc.; ElasticSearch®, LogStash®, e Kibana® sono marchi registrati di Elastic N.V. Questo sito non è affiliato, sponsorizzato, o altrimenti associato a nessuna delle entità sopra menzionate e non rappresenta nessuna di queste entità in alcun modo. Tutti i diritti sui marchi e sui nomi di prodotto menzionati sono di proprietà dei rispettivi detentori di copyright. Ogni altro marchio citato appartiene ai propri registranti. MANAGED SERVER® è un marchio registrato a livello Europeo da MANAGED SERVER SRL Via Enzo Ferrari, 9 62012 Civitanova Marche (MC) Italia.

SOLO UN ATTIMO !

Vorresti vedere come gira il tuo WooCommerce sui nostri sistemi senza dover migrare nulla ? 

Inserisci l'indirizzo del tuo sito WooCommerce e otterrai una dimostrazione navigabile, senza dover fare assolutamente nulla e completamente gratis.

No grazie, i miei clienti preferiscono il sito lento.
Torna in alto