28 Ottobre 2022

Gutenberg 14.4 introduce la modalità Free Distraction, senza distrazioni e riprogetta l’inseritore di pattern.

Importanti novità per l’editor predefinito di WordPress Gutenber con la nuova release.

WordPress Gutenberg
Print Friendly, PDF & Email

Gutenberg 14.4 è stato rilasciato oggi con il tanto atteso supporto per l’editing senza distrazioni, meglio conosciuto come Editiing Free Distraction, per la gioia degli editor di contenuti di tutto il mondo. Nasconde tutta l’interfaccia utente non essenziale e libera l’area di disegno per concentrarsi sulla creazione di contenuti basati su testo.

La modalità può essere attivata nel menu delle opzioni nella barra degli strumenti in alto. La modalità senza distrazioni nasconde la barra degli strumenti in alto, tutte le barre laterali aperte, insieme all’indicatore del punto di inserimento e alla barra degli strumenti del blocco.

Il progetto per migliorare l’esperienza di editing per i contenuti testuali è iniziato con le prime esplorazioni di febbraio, che si sono trasformate in una PR che i contributori hanno perfezionato negli ultimi mesi. Questa modalità senza distrazioni è un enorme miglioramento rispetto ai giorni in cui gli utenti faticavano a scrivere con vari elementi dell’interfaccia utente che spuntavano e non venivano visualizzati.

All’inizio del progetto Gutenberg, i contributori hanno lavorato su diversi modi per migliorare l’esperienza di scrittura dopo che i revisori hanno affermato di aver trovato distrazione e dirompente , che il concetto di blocchi potrebbe non essere completamente compatibile con il semplice compito di scrivere . L’editor di blocchi ha introdotto impostazioni come la modalità Schermo intero, la barra degli strumenti in alto e la modalità Spotlight, in parte per mitigare l’esperienza di scrittura non ottimale.

Plugin come MRW Simplified Editor e Iceberg hanno tentato di colmare il divario, ma non è lo stesso che avere un’opzione di base integrata per una scrittura senza distrazioni. WordPress fa così tante cose bene, ma mi piacerebbe vederlo fornire la migliore esperienza di scrittura sul Web, senza plug-in di terze parti.

I contributori di Gutenberg sono tornati di nuovo su questa sfida con una prima esplorazione di come potrebbe apparire un’interfaccia drasticamente ridotta come nuova impostazione per migliorare la messa a fuoco. Il PR delinea le ragioni dell’esplorazione:

  • L’interfaccia utente dell’editor dei post è così pesante da rendere difficile la messa a fuoco. Le cose appaiono e scompaiono: principalmente la barra degli strumenti del blocco mobile e il punto di inserimento lampeggiano a seconda di dove si trova il mouse sullo schermo.
  • L’uso della barra degli strumenti in alto consuma lo spazio sullo schermo.
  • L’utilizzo di un’interfaccia ridotta non riduce molto.
  • La scrittura e la creazione di contenuti in generale possono essere più piacevoli su una tela bianca con poche cromature per offuscare la linea di pensiero.
  • Avere la piena potenza dell’interfaccia utente con la semplice pressione di un tasto (ESC) è abbastanza semplice.

L’ingegnere di Gutenberg, sponsorizzato da Automattic, Andrei Draganescu, ha creato un video per dimostrare come potrebbe essere un’impostazione di “interfaccia ridotta”. In particolare, questa modalità mantiene nascosta la barra superiore dell’editor e impedisce la visualizzazione della barra degli strumenti del blocco e del punto di inserimento. Nasconde anche la maniglia di trascinamento nella barra degli strumenti del blocco e alcune icone nella barra in alto dell’editor.

Dopo alcuni feedback, i contributori hanno convenuto che sarebbe stato utile rendere disponibile la barra degli strumenti in alto al passaggio del mouse. Hanno anche esplorato la possibilità di staccare i pannelli dalla barra superiore in modo che fluttuino sulla tela.

In questa modalità, gli utenti che hanno familiarità con le scorciatoie da tastiera possono comunque richiamarle per portare di nuovo in primo piano i pannelli nascosti.

Non la chiamerei una modalità di scrittura di per sé perché per alcune persone il miglior ambiente di scrittura sarebbe quello predefinito, o la barra degli strumenti in alto; per altri potrebbe essere un riflettore, ecc. L'”interfaccia ridotta” (che spero di rinominare “senza distrazioni”) riguarda più la rimozione dell’interfaccia utente dall’area di disegno e il lavoro più con tastiera e scorciatoie.

ha detto Matias Ventura, architetto capo di Gutenberg.

Un altro importante aggiornamento nella 14.4 è l’ inseritore di pattern riprogettato . È stato aggiornato per mostrare le categorie prima del rendering dei modelli, offrendo agli utenti un’anteprima visiva più fluida mentre esplorano la libreria dei modelli. I modelli possono essere trascinati e rilasciati dal riquadro di anteprima nell’area di disegno.

Altri notevoli miglioramenti che gli utenti potrebbero notare includono quanto segue:

I benchmark delle prestazioni mostrano un miglioramento del tempo di caricamento sia per i post che per gli editor del sito. Dai un’occhiata al post di rilascio per vedere l’elenco completo di tutte le modifiche e correzioni di bug incluse in 14.4. Questa versione non sarà inclusa nella prossima versione di WordPress 6.1 la prossima settimana, ma gli utenti desiderosi di adottare queste nuove funzionalità possono ottenerle subito nel plug-in Gutenberg .

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

Torna su