WordPress.com fa un'offerta per i clienti di Google Domains, offrendo 1 milione di trasferimenti gratuiti - 🏆 Managed Server
3 Agosto 2023

WordPress.com fa un’offerta per i clienti di Google Domains, offrendo 1 milione di trasferimenti gratuiti

WordPress.com fa una controfferta ai clienti di Google Domains: Lancia una Campagna di Trasferimento con 1 Milione di Trasferimenti Gratuiti in Seguito alla Vendita a Squarespace

WordPress.com sta facendo un’offerta decisa per i clienti di Google Domains dopo che il prodotto è stato venduto a Squarespace in un affare che si dice valga 180 milioni di dollari. Poco dopo l’annuncio della vendita, WordPress.com ha proposto ai clienti di Google Domains, ricordando al pubblico che l’azienda è anche un registrar di domini, ma l’invito all’azione non includeva molti incentivi a cambiare.

Questa settimana WordPress.com sta aumentando la pressione con una nuova offerta per pagare le spese di trasferimento e un ulteriore anno di registrazione per il primo milione di domini spostati da Google Domains. WordPress.com garantisce anche ai clienti di Google Domains gli stessi prezzi o inferiori per oltre 400 domini di primo livello.

Matt Mullenweg

Questo si applicherà anche ai clienti esistenti di WordPress.com nella maggior parte dei domini, il che significa che in molti casi stiamo abbassando i vostri prezzi.
Questo non è un fatto temporaneo. Siamo impegnati a mantenere bassi i prezzi dei domini e li aumenteremo solo se aumenteranno i nostri costi all’ingrosso (gestiremo il nostro business di domini come Costco).

ha detto il CEO di Automattic, Matt Mullenweg, nell’annuncio di questa settimana.

Squarespace si è impegnata ad onorare i prezzi di rinnovo precedentemente fissati dai clienti esistenti di Google Domains per 12 mesi, ma fisserà i propri prezzi dopo questo periodo.

In un’intervista con The Verge, il CEO di Squarespace, Anthony Casalena, ha detto che la sua azienda utilizza già molta della stessa infrastruttura che Google utilizza nel loro prodotto Cloud DNS, avendo rivenduto Google Workspace per quasi un decennio. Squarespace attualmente impiega 1.750 persone con un fatturato inferiore a un miliardo di dollari quest’anno. Acquisendo Google Domains, l’azienda ha l’opportunità di vendere pacchetti di siti web ai suoi nuovi clienti di domini. Ci sono circa 10 milioni di domini disponibili per il trasferimento dei clienti.

Casalena ha detto che essere rivenditore di Google Workspace è stato un fattore importante nella decisione di Google di offrire i domini a Squarespace, oltre ad avere l’infrastruttura per gestire l’attività. Questo spiega in parte quello che altrimenti sarebbe stato un accordo sconcertante e sorprendente per l’industria:

Innanzitutto, un’opportunità unica nella vita per noi. Incredibilmente grati di essere stati scelti come custodi di quell’attività. Non gli chiedevamo, tipo, ‘Ehi, pensate di chiudere i domini o qualcosa del genere?’ Non era esattamente in uscita. Penso che abbiano preso la decisione che non fosse un’attività in cui volevano essere coinvolti. E hanno contattato alcune parti legittime che potrebbero anche gestire un’attività di quella dimensione perché, ancora una volta, non è il codice o gli impiegati che si stanno spostando – sono sostanzialmente i domini stessi e i servizi di hosting e le registrazioni, quel tipo di cosa. Quindi ciò riduce davvero il numero di aziende che potrebbero anche supportarlo.

Poi l’altra cosa che è stata un fattore importante è che siamo stati grandi fan e grandi rivenditori di Google Workspace per quasi un decennio ora, il che era molto importante per loro, e siamo incredibilmente sofisticati nella vendita di domini, vendita di Google Workspace, servendolo e gestendolo per milioni di persone. Quindi siamo stati in grado di trovare una transazione che funzionasse per noi.

Il CEO di Automattic, Matt Mullenweg, ha reagito all’accordo su Twitter questa settimana, dicendo di essere deluso che Google non ne abbia fatto un processo più competitivo.

Questo potrebbe costare un sacco di soldi ma ero abbattuto che non abbiamo nemmeno avuto l’opportunità di provarci, la mia supposizione è che Cloudflare, Godaddy e Bluehost non l’abbiano fatto nemmeno: perché Google non ne ha fatto un processo competitivo? Preoccupante avere così tanti domini che vanno a un CMS proprietario.

WordPress.com si sta lentamente avvicinando a diventare un punto di riferimento unico per le esigenze del sito web degli utenti. L’azienda ha recentemente reso disponibili gratuitamente le sue funzionalità di monetizzazione, rendendo la piattaforma più attraente per i creatori che stanno iniziando online. Sulla base della reazione al tweet di Mullenweg, sembra che molte persone non siano ancora consapevoli che possono acquistare i loro domini da un registrar e ospitare i loro siti web altrove. Se stai appena sentendo parlare dei domini di WordPress.com, è naturale pensare che siano solo per i siti WordPress, quindi l’azienda ha del lavoro da fare per rendere consapevoli i potenziali clienti.

Gli utenti possono essere riluttanti a spostarsi su un nuovo registrar quando non comprendono pienamente il processo e non vogliono influenzare negativamente la loro presenza online. Nel caso dei clienti di Google Domains, si stanno spostando su un nuovo registrar dopo la chiusura della vendita alla fine di quest’anno, che lo vogliano o no. L’offerta di WordPress.com è allettante se possono posizionare meglio i loro domini come servizio indipendente.

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

Torna in alto