Vuoi un sito web più veloce? PageSpeed Insights e GTmetrix non ti aiuteranno mai - 🏆 Managed Server
23 Gennaio 2019

Vuoi un sito web più veloce? PageSpeed Insights e GTmetrix non ti aiuteranno mai

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Print Friendly, PDF & Email

Molti proprietari di siti Web trovano i loro siti Web estremamente lenti e si rivolgono immediatamente a Google per ottenere risposte, suggerimenti e suggerimenti per migliorare le prestazioni. Di solito finiscono con gli strumenti PageSpeed ​​Insights, Pingdom e GTmetrix ben promossi.

pagespeed insight

PageSpeed ​​Insights è di Google quindi è fantastico ?

Se Google ha creato qualcosa che si avvicina alle prestazioni e ha la parola “velocità” all’interno del nome, cosa ti aspetti che Google restituisca nei risultati di ricerca? Ovviamente ti mostrerà il proprio PageSpeed ​​Insights e penserai che sia l’unico, il più completo e soprattutto vero (?) Strumento di benchmarking delle prestazioni mai realizzato!

Stessa cosa per Gtmetrix – se qualcosa è popolare non può essere possibile è una brutta cosa, giusto?

Non è proprio così

Proprio come PageSpeed ​​Insights, è un buon strumento solo per quelle persone che vogliono ottenere solo punteggi . Dopo tutte le modifiche, dopo tutte le ottimizzazioni che fanno – sono lasciati soli con il sito che è lento come prima. Il cambiamento che ottieni in prestazioni percepite reali dopo aver seguito le loro raccomandazioni è trascurabile. Tutto ciò che ottieni è un punteggio che pensi sia decente, ma i visitatori del tuo sito web la pensano diversamente. Hai ottenuto un punteggio di 95 su PageSpeed ​​Insights? congratulazioni! il tuo sito web sta ancora caricando 10 secondi? Non credo che i visitatori del tuo sito Web si congratuleranno con te per il tuo punteggio “decente”.

E per aggiungere al danno al beffa, con tutti quegli incredibili consigli di ottimizzazione provenienti da questi 2 strumenti – i proprietari di siti Web finiscono con un sito Web che si rompe ogni volta che WordPress / Magento / o qualsiasi CMS tu usi, vengono aggiornati ad un’altra nuova versione.

Ci sono problemi molto seri con entrambi gli strumenti. Se li capisci, saprai che questi strumenti non dovrebbero essere usati per qualcosa di diverso dal vantarsi della tua stupidità, non a caso vengono definite Vanity Metrics

Non ti stanno davvero dicendo il motivo per cui il tuo sito web è lento

Entrambi gli strumenti segnalano problemi di frontend , mentre il problema di prestazioni più comune è la configurazione delle prestazioni di backend del software e dell’hardware che esegue il sito web. Puoi ridimensionare le risorse, attivare le intestazioni Expires , la compressione Gzip , ecc. Ecc. Solo per ritrovarti con lo stesso sito Web lento che avevi prima di colpire Google per ottenere risposte.

Ma come si può davvero ottenere un sito più veloce se non attraverso l’uso di questi strumenti?

Piano di hosting

Prima di tutto, considera il piano di hosting dal quale stai eseguendo il tuo sito web.

Stai pagando $ 5 / mese per l’hosting condiviso su Godaddy o Dreamhost? Perché dovresti aspettarti che QUALSIASI performance paghi costi così poco? Non è mai possibile ottenere prestazioni decenti per questo budget. Ciò è dovuto alla natura dell’hosting condiviso stesso: le prestazioni del tuo sito web dipendono dall’hardware di fascia bassa e dalla popolarità dei siti web ospitati da altri client sullo stesso server. Questo non è il caso di server VPS, o meglio ancora con Server Dedicati.

PageSpeed ​​Insights e GTmetrix ti diranno che il tuo hosting non va bene? No, non lo faranno. Ti faranno fare tutte quelle stupide ottimizzazioni lato client invano – quelle cose che per siti come WordPress e Magento, non hanno molto senso. Perché le loro prestazioni sono legate da server, server e nient’altro che server.

Passare al piano di hosting VPS (Virtual Private Server) è solo il primo passo per ottenere un sito web ben eseguito.

Software server e ottimizzazione reale

Ora ciò che PageSpeed ​​Insights e GTmetrix non ti diranno mai, è come puoi ottimizzare il tuo software. Semplicemente per il fatto che non possono accedere con SSH nel tuo server per dirti quali problemi sistemistici hai e come potresti risolverli.

Né possono dirti quale possa essere la configurazione perfetta per il tuo server adeguata per il tuo sito web.

Di seguito puoi trovare i veri problemi di rallentamento del sito web nel 99% dei casi:

Nessuna Full Page Cache (FPC) configurata nel sito Web di PHP

Non importa se stai usando il sito web di WordPress, Joomla, Symfony o qualcosa di diverso. È sempre necessario utilizzare una soluzione di cache di pagine complete. Ad esempio, con WordPress, dovresti utilizzare W3 Total Cache e Joomla ha il suo caching. Senza una full page cache, è difficile ottenere buone prestazioni, a meno che tu non abbia un server di fascia alta che esegue il tuo sito web.

Memorizzazione nella cache di query MySQL disabilitata

Non è mai abilitato su hosting condiviso, ma anche molti provider di VPS managed lo hanno disabilitato. Dovresti abilitare questa impostazione e configurarla adeguatamente sia in base alla ram fisica che hai a disposizione sia alla dimensione delle tabelle e del dataset in uso,

Nessun acceleratore PHP installato

Devi sempre installare e utilizzare le estensioni dell’acceleratore PHP: Zend Opcache o APC. Questo permette di evitare la “precompilazione” dei files PHP che di fatto vengono interpretati. In questo modo il file viene letto una volta, precompilato e messo in memoria e poi riutilizzato da li saltando la fase di lettura e di precompilazione che occuperebbero risorse I/O e computazionali inutilmente dato che il file è sempre lo stesso.

Viene usato Apache

Sarà anche il Web Server più famoso ma Nginx lo batte in termini di prestazioni, un po’ come paragonare un treno con l’aereo insomma.
Rimuovi Apache e installa Nginx. Avrai tutte le stesse funzionalità di un server web, con basso impatto di memoria e incredibile velocità.

L’HDD è lento

Problema hardware. Non c’è motivo per non utilizzare un server che è alimentato con unità SSD. Se si conosce la differenza tra il sistema operativo Windows e il normale HDD vs SSD in termini di tempo di avvio, è possibile sapere quale tipo di differenza di prestazioni è possibile ottenere con un server che utilizza SSD. Meglio ancora se si utilizzano dischi nVME che sono molto più veloci dei già molto veloci dischi SSD.

Poca RAM

Non c’è RAM garantita per il tuo sito web su un hosting condiviso, sarà sempre lento e poco performante. Considera di ordinare una VPS con almeno 8 GB di RAM per un sito Web trafficato.

17279

Vuoi ricevere i migliori consigli ?

Ogni settimana nuovi consigli e novità !

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Scrivici

Chatta direttamente con il nostro supporto tecnico.

0256569681

Chiamaci subito negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Ricevi assistenza

Apri un ticket direttamente nell’area di supporto.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

Torna su