9 Febbraio 2024

RClone, cos’è, a cosa serve e come si integra nella tua strategia di backup?

Automazione dei processi di backup con RClone. Trasforma il backup in un processo automatizzato e affidabile, su oltre 40 tecnologie di storage differenti.

RClone Backup

In un mondo digitalmente connesso, la protezione dei dati è diventata una priorità assoluta per individui e aziende. La perdita di dati può avere conseguenze devastanti, dalla perdita di ricordi personali insostituibili al danno finanziario e alla perdita di reputazione per le aziende. Qui entra in gioco un potente strumento come RClone, una soluzione di sincronizzazione e backup dei dati che può giocare un ruolo cruciale nella tua strategia di backup. In questo articolo, esploreremo cos’è RClone, a cosa serve e come si integra efficacemente nella tua strategia di backup.

Cos’è RClone?

RClone è un programma open source di sincronizzazione di file e gestione di directory che consente di gestire facilmente il backup e la sincronizzazione dei file tra il tuo dispositivo e una vasta gamma di servizi cloud. Supporta più di 40 servizi di cloud storage, tra cui Google Drive, Amazon S3, Dropbox, Microsoft OneDrive e molti altri. RClone è noto per la sua flessibilità, efficienza e la capacità di eseguire complesse operazioni di gestione dei file attraverso una semplice interfaccia a riga di comando.

Ecco un elenco di alcuni dei servizi più popolari supportati da RClone, con una breve descrizione di ciascuno:

  • Google Drive: Un servizio di archiviazione cloud popolare offerto da Google che permette agli utenti di salvare file online e accedervi da qualsiasi dispositivo connesso a Internet. RClone può sincronizzare file con Google Drive, facilitando il backup e l’accesso ai dati da diverse posizioni.
  • Amazon S3: Un servizio di storage di oggetti offerto da Amazon Web Services che offre scalabilità, sicurezza dei dati, e una vasta gamma di opzioni di gestione. Con RClone, le aziende possono facilmente archiviare e recuperare grandi quantità di dati su Amazon S3.
  • Dropbox: Uno dei primi servizi cloud di sincronizzazione file, consente agli utenti di memorizzare i loro dati in cloud e sincronizzarli tra diversi dispositivi. RClone facilita la gestione avanzata dei file su Dropbox, compresi backup e sincronizzazioni.
  • Microsoft OneDrive: Un servizio di archiviazione cloud integrato con l’ecosistema Microsoft, che offre un’ottima integrazione con Office 365 e Windows. RClone permette agli utenti di estendere la sincronizzazione e il backup dei dati oltre le funzionalità predefinite di OneDrive.
  • Backblaze B2: Un servizio di archiviazione cloud ad alta prestazione e costo-efficace, ideale per backup a lungo termine e archiviazione di dati. RClone consente di automatizzare il backup su Backblaze B2 con facilità.
  • FTP/SFTP: Protocolli standard per il trasferimento di file tra host su una rete TCP/IP. RClone supporta sia FTP che SFTP, permettendo la sincronizzazione sicura di file tra server locali e remoti.
  • WebDAV: Un protocollo estensione di HTTP che permette agli utenti di creare, spostare, e modificare documenti su un server remoto. RClone utilizza WebDAV per interfacciarsi con vari servizi che lo supportano, come Nextcloud e ownCloud.
  • Wasabi: Servizio di cloud storage che offre soluzioni di archiviazione ad alte prestazioni a un costo inferiore rispetto ai concorrenti principali. Wasabi si distingue per la sua politica di prezzi trasparente, senza costi per l’uscita dei dati o per le richieste API, rendendolo una scelta economica per l’archiviazione di grandi volumi di dati.
  • StorageBox di Hetzner: Una soluzione di storage flessibile basata su cloud, che permette agli utenti di gestire e accedere ai dati tramite protocolli standard come NFS e CIFS. Le StorageBox offrono scalabilità, sicurezza dei dati e sono ideali per backup, archiviazione o come spazio disco esterno per server e progetti web.
  • Mega: Un servizio di cloud storage che offre robuste funzionalità di sicurezza e crittografia. Con RClone, gli utenti possono facilmente gestire i loro file su Mega, approfittando della sua privacy e sicurezza migliorata.
  • pCloud: Un servizio cloud storage con un forte focus sulla sicurezza e la privacy, offrendo un’opzione di storage crittografato client-side. RClone consente una gestione efficiente dei file su pCloud.
  • Yandex Disk: Un servizio di cloud storage offerto da Yandex che fornisce spazio per archiviare foto, video, e documenti. RClone semplifica la sincronizzazione e il backup dei dati su Yandex Disk.

Questo elenco rappresenta solo una frazione dei servizi supportati da RClone, che continua a espandere il suo supporto per includere nuovi servizi cloud man mano che emergono. Grazie alla sua interfaccia a riga di comando e alla capacità di gestire complesse operazioni di file, RClone è uno strumento estremamente versatile per la gestione dei dati in cloud.

RClone si presenta come uno strumento essenziale nell’arsenale di qualsiasi professionista IT, sistemista, sviluppatore o utente che necessiti di una soluzione affidabile per la gestione dei dati. La sua versatilità lo rende particolarmente prezioso in una varietà di scenari, dai più semplici ai più complessi. Di seguito, esploriamo in dettaglio le principali funzioni di RClone, mettendo in luce come può servire efficacemente a diversi scopi.

Backup

Il backup dei dati è una componente critica di qualsiasi strategia di sicurezza informatica. RClone offre una soluzione robusta per creare copie di sicurezza dei dati, permettendo agli utenti di programmare backup regolari su una varietà di servizi cloud o dispositivi di archiviazione fisici. Questo assicura che, in caso di guasti hardware, attacchi ransomware o altre forme di perdita di dati, si possa recuperare rapidamente le informazioni essenziali senza significative interruzioni dell’attività. La capacità di RClone di automatizzare il processo di backup riduce il rischio di errore umano, garantendo che i backup siano sempre aggiornati e prontamente disponibili quando necessario.

Sincronizzazione

Nell’era del lavoro remoto e della mobilità, mantenere i file sincronizzati tra più dispositivi e piattaforme cloud è fondamentale per l’efficienza e la collaborazione. RClone risponde a questa esigenza con potenti funzionalità di sincronizzazione, che consentono agli utenti di avere accesso alle versioni più recenti dei file, indipendentemente dal dispositivo o dalla piattaforma utilizzati. Questo non solo migliora la produttività ma garantisce anche che le modifiche ai documenti siano riflettute in tempo reale su tutti i dispositivi coinvolti, eliminando i conflitti di versione e facilitando la collaborazione tra team.

Migrazione di Dati

Con l’evoluzione del panorama tecnologico e l’emergere di nuovi servizi cloud, le aziende possono trovarsi nella necessità di migrare grandi volumi di dati. RClone semplifica notevolmente questo processo, offrendo un mezzo efficiente per trasferire dati tra diversi account cloud o da dispositivi locali a servizi cloud. Questa capacità è particolarmente utile durante le fasi di cambio fornitore di servizi cloud o l’aggiornamento dell’infrastruttura IT. Utilizzando RClone, le organizzazioni possono risparmiare tempo prezioso e risorse, assicurando al contempo che i dati siano trasferiti in modo sicuro e integro.

Gestione File

Oltre alle sue capacità di backup e sincronizzazione, RClone eccelle nella gestione avanzata dei file e delle directory. Gli utenti possono sfruttare RClone per eseguire operazioni complesse come il trasferimento di file tra diverse piattaforme, la cancellazione di file obsoleti o non necessari e il listing dettagliato dei file presenti su vari servizi di storage. Questo livello di controllo consente una gestione efficiente dello spazio di archiviazione e l’organizzazione dei dati, elementi cruciali per mantenere l’integrità e l’accessibilità dei dati nel tempo.

In conclusione, RClone si distingue come una soluzione onnicomprensiva per la gestione dei dati, offrendo un’ampia gamma di funzionalità che vanno dal backup alla sincronizzazione, dalla migrazione alla gestione avanzata dei file. La sua interfaccia a riga di comando, sebbene possa sembrare intimidatoria per gli utenti meno esperti, offre una potenza e una flessibilità ineguagliabili per quelli che necessitano di controllare finemente le operazioni sui loro dati. Con il supporto per oltre 40 servizi cloud e la capacità di adattarsi a un’ampia varietà di scenari di utilizzo, RClone rappresenta un’aggiunta preziosa alla toolbox di chiunque prenda sul serio la gestione dei dati.

Vantaggi dell’utilizzo di RClone

L’adozione di RClone come parte della tua infrastruttura di gestione dati offre una serie di benefici significativi, rendendolo uno strumento indispensabile per chi cerca efficienza, sicurezza e flessibilità nel cloud computing. Di seguito, approfondiamo i principali vantaggi dell’utilizzo di RClone, illustrando come può rivoluzionare il modo in cui gestisci i dati sia per te che per i tuoi clienti.

Supporto Multi-Cloud

Uno dei maggiori punti di forza di RClone è il suo supporto esteso a una vasta gamma di servizi di cloud storage, inclusi giganti del settore come Dropbox, Google Drive, Amazon S3, Wasabi, e Microsoft OneDrive/Sharepoint, tra gli altri. Questa caratteristica elimina la necessità di dipendere da più strumenti per la gestione dei dati su piattaforme diverse, offrendo un’unica soluzione capace di orchestrare la sincronizzazione e la gestione dei file attraverso vari ambienti cloud. Ciò si traduce in una notevole semplificazione dei workflow e nella possibilità di sfruttare le specificità di ogni piattaforma senza compromessi.

Facilità di Configurazione

RClone brilla per la sua configurazione intuitiva, che permette di creare facilmente “remote” per ciascun servizio di cloud storage utilizzato. Questi remote possono essere personalizzati per soddisfare le necessità specifiche dell’utente o dei clienti finali, fornendo una flessibilità senza precedenti nel definire come RClone interagisca con ogni servizio. Questo livello di personalizzazione rende RClone estremamente versatile, adattandosi sia a scenari di uso personale che a complesse configurazioni aziendali.

Sincronizzazione Bidirezionale

RClone supporta la sincronizzazione bidirezionale, una funzionalità che garantisce l’aggiornamento simultaneo dei dati sia locali che in cloud. Questo assicura che i file siano sempre aggiornati e coerenti su tutte le piattaforme, eliminando discrepanze e duplicazioni. Questa caratteristica è particolarmente preziosa in ambienti collaborativi, dove la consistenza dei dati è fondamentale per il successo del lavoro condiviso.

Automazione

Un altro aspetto fondamentale di RClone è la sua capacità di essere configurato e utilizzato attraverso script e processi automatizzati. Questo consente di programmare attività di sincronizzazione e backup in modo regolare e affidabile, riducendo il tempo speso in gestioni manuali e minimizzando i rischi di errori umani. L’automazione tramite RClone può essere facilmente implementata anche attraverso strumenti di Remote Monitoring and Management (RMM), ottimizzando ulteriormente l’efficienza operativa.

Sicurezza e Crittografia

In un’era in cui la sicurezza dei dati è di primaria importanza, RClone offre robuste opzioni per la crittografia dei dati durante la sincronizzazione. Questo garantisce che i file siano protetti non solo durante il trasferimento ma anche quando sono memorizzati in destinazioni cloud, offrendo pace mentale agli utenti preoccupati per la privacy e la sicurezza delle loro informazioni.

Open Source e Gratuito

Essendo un software open source e gratuito, RClone permette a chiunque di utilizzarlo senza incorrere in costi aggiuntivi, offrendo al contempo la possibilità di esaminare e modificare il codice sorgente per personalizzazioni o contributi allo sviluppo del progetto. Questo apre le porte a una personalizzazione senza limiti, consentendo agli utenti di adattare lo strumento alle proprie esigenze specifiche.

Comunità Attiva e Supporto per le Imprese

RClone beneficia di una comunità attiva di utenti e sviluppatori che forniscono una risorsa inestimabile per supporto, guide e consigli. Per le aziende che richiedono un livello di supporto ancora più elevato, RClone offre opzioni di supporto diretto e personalizzazione tramite “RClone for Business”, garantendo assistenza dedicata per le esigenze aziendali più esigenti.

Come Integrare RClone nella Tua Strategia di Backup

Integrare RClone nella tua strategia di backup è un processo che richiede una pianificazione meticolosa e una configurazione attenta per massimizzare l’efficienza e garantire la sicurezza dei dati. Di seguito, approfondiamo ciascuno dei passaggi essenziali per un’integrazione efficace di RClone nella tua strategia di backup, offrendo spunti e consigli per navigare questo processo con successo.

1. Valutazione dei Requisiti di Backup

Il primo passo fondamentale è una valutazione approfondita dei requisiti di backup specifici della tua organizzazione o delle tue esigenze personali. Questo implica non solo identificare quali dati sono critici e necessitano di essere protetti, ma anche comprendere la frequenza con cui questi dati cambiano e, di conseguenza, la frequenza con cui dovrebbero essere eseguiti i backup. È altresì importante valutare il livello di sicurezza necessario per i tuoi dati: alcuni potrebbero richiedere crittografia avanzata durante il trasferimento e l’archiviazione, mentre per altri potrebbe essere sufficiente una protezione di base. Questa valutazione ti consentirà di definire chiaramente gli obiettivi del tuo piano di backup e di scegliere le soluzioni più adatte per raggiungerli.

2. Scelta del Servizio Cloud

La selezione del servizio o dei servizi cloud giusti è cruciale per l’efficacia della tua strategia di backup. Ogni servizio cloud ha le sue peculiarità, tra cui differenze nella capacità di storage, nei livelli di sicurezza offerti, nella facilità di accesso ai dati, e nei costi associati. È importante considerare non solo le esigenze attuali ma anche quelle future, per garantire che il servizio scelto possa scalare insieme alla crescita dei tuoi dati o della tua attività. Inoltre, valuta la compatibilità del servizio cloud con RClone, assicurandoti che sia supportato e che le sue API siano stabili e affidabili per un’integrazione senza intoppi.

3. Configurazione di RClone

Una volta scelto il servizio cloud e installato RClone, è il momento di configurare lo strumento in modo che lavori efficacemente con il tuo storage cloud. Questo processo include l’autenticazione con il tuo account cloud tramite RClone, che può richiedere la generazione di chiavi API o l’utilizzo di token di accesso. È anche il momento di configurare le opzioni di sincronizzazione e backup specifiche, come la crittografia dei file, la definizione di politiche di conservazione dei dati, e la scelta delle directory specifiche da includere nei backup. Questa fase richiede attenzione ai dettagli per assicurarsi che la configurazione rispecchi le tue esigenze di backup senza compromettere la sicurezza dei dati.

4. Automazione dei Backup

L’automazione è un componente chiave per garantire che i backup vengano eseguiti regolarmente e senza necessità di intervento manuale. Utilizzando schedulatori di compiti, come cron su sistemi Linux o Task Scheduler su Windows, puoi impostare RClone per eseguire backup a intervalli regolari, ad esempio quotidianamente o settimanalmente. Questo non solo garantisce la regolarità dei backup ma minimizza anche il rischio di dimenticanze o errori umani che potrebbero lasciare i tuoi dati vulnerabili.

5. Verifica e Monitoraggio

Infine, ma non meno importante, è essenziale implementare un sistema di verifica e monitoraggio per assicurarsi che i backup siano completati con successo e che lo spazio di archiviazione non venga esaurito inaspettatamente. RClone fornisce log dettagliati delle operazioni di backup, che possono essere utilizzati per verificare l’esito dei backup e identificare eventuali problemi. Inoltre, monitorare regolarmente l’utilizzo dello spazio di archiviazione ti permette di anticipare e gestire le esigenze di espansione dello storage, evitando interruzioni del servizio o perdita di dati.

Attraverso questi passaggi, puoi integrare RClone nella tua strategia di backup in modo efficace, sfruttando al meglio le sue potenti funzionalità di sincronizzazione e gestione dei dati per proteggere i tuoi dati critici da perdite e guasti.

Un esempio pratico di RClone per il backup su Amazon S3 e storage compatibili.

Nel contesto di un’infrastruttura IT che utilizza sistemi basati su Red Hat Enterprise Linux (RHEL) 8, implementare una soluzione di backup efficiente e sicura è fondamentale per la protezione dei dati critici. Utilizzando RClone, possiamo facilmente configurare un processo di backup automatizzato per la directory /home su un bucket Amazon S3 o su storage compatibile. Ecco un esempio pratico di come configurare e utilizzare RClone per questo scopo.

Innanzitutto, è necessario installare RClone sul sistema RHEL 8. Se RClone non è già installato, può essere scaricato e installato utilizzando il comando wget o curl, seguito da un comando di estrazione e installazione. Assicurati di scaricare l’ultima versione disponibile dal sito ufficiale di RClone:

curl -O https://downloads.rclone.org/rclone-current-linux-amd64.zip
unzip rclone-current-linux-amd64.zip
cd rclone-*-linux-amd64
sudo cp rclone /usr/bin/
sudo chown root:root /usr/bin/rclone
sudo chmod 755 /usr/bin/rclone

Dopo l’installazione, il passo successivo è configurare RClone per connettersi al tuo bucket S3. Questo processo inizia con la creazione di una nuova configurazione tramite il comando rclone config. Questa procedura guidata ti chiederà di inserire i dettagli necessari per accedere al tuo storage S3, come l’ID chiave di accesso, la chiave segreta di accesso e la regione del bucket S3.

rclone config

Durante la configurazione, seleziona n per creare una nuova configurazione e dai un nome alla configurazione, ad esempio myS3Backup. Seleziona Amazon S3 come tipo di storage, poi inserisci le informazioni richieste relative al tuo account AWS e al bucket S3. Una volta completata la configurazione, potrai procedere con il backup della directory /home.

Per eseguire il backup, puoi utilizzare il comando rclone sync per sincronizzare la directory /home con il tuo bucket S3. Il comando seguente sincronizza il contenuto della directory /home nel bucket S3, assicurando che solo i file nuovi o modificati vengano trasferiti, per un’efficienza ottimale.

rclone sync /home myS3Backup:nome-del-tuo-bucket

Sostituisci nome-del-tuo-bucket con il nome effettivo del tuo bucket S3. Questo comando può essere eseguito manualmente ogni volta che desideri aggiornare il tuo backup, o può essere automatizzato utilizzando un cron job su RHEL 8 per eseguire il backup in modo regolare, ad esempio ogni notte.

Per automatizzare il backup con un cron job, apri il crontab con il comando crontab -e e aggiungi una riga simile alla seguente, che esegue il backup ogni giorno alle 2:00 AM:

0 2 * * * /usr/bin/rclone sync /home myS3Backup:nome-del-tuo-bucket

Questo esempio pratico illustra come RClone possa essere utilizzato per creare una soluzione di backup robusta e affidabile su Amazon S3, garantendo che i dati critici siano sempre protetti e facilmente recuperabili in caso di emergenza.

RClone come Wrapper per altri software di Backup

RClone non solo brilla come strumento stand-alone per la sincronizzazione e il backup dei dati su una varietà di piattaforme cloud, ma può anche essere impiegato efficacemente come wrapper per integrare altri software di backup, che potrebbero non offrire nativamente un ampio supporto per diversi backend di storage. Un esempio notevole di questa capacità è l’utilizzo di RClone in combinazione con Restic, un moderno software di backup che si distingue per la sua semplicità e la crittografia dei dati end-to-end.

Restic, pur essendo un potente strumento di backup, ha una gamma relativamente limitata di backend di storage direttamente supportati per il salvataggio dei backup. Qui entra in gioco RClone, estendendo in modo significativo le capacità di Restic consentendo agli utenti di accedere a oltre 40 servizi di cloud storage supportati da RClone. Questo si traduce nella possibilità di utilizzare Restic per eseguire backup crittografati e poi affidare a RClone il compito di sincronizzare o caricare questi backup su qualsiasi servizio cloud supportato, dal popolare Amazon S3 a soluzioni meno comuni ma altrettanto valide come Backblaze B2 o Wasabi.

L’integrazione tra Restic e RClone è resa possibile grazie alla funzionalità di RClone di montare qualsiasi storage supportato come un filesystem locale tramite FUSE (Filesystem in Userspace). Ciò significa che Restic può essere configurato per eseguire backup verso una directory locale che, in realtà, è un mount di un bucket S3 (o di qualsiasi altro storage cloud) gestito da RClone. Questo approccio non solo amplia le opzioni di storage per i backup di Restic ma offre anche la flessibilità di gestire i dati backuppati con le potenti funzionalità di RClone, come la sincronizzazione, la verifica e la gestione avanzata dei file.

Questa sinergia tra RClone e Restic illustra perfettamente come strumenti open source possano collaborare per fornire soluzioni di backup flessibili, sicure e altamente configurabili, soddisfacendo le esigenze di utenti e aziende alla ricerca di strategie di protezione dei dati affidabili e versatili.

Conclusione

In conclusione, l’impiego di RClone nel panorama attuale della gestione dei dati rappresenta una soluzione estremamente potente e flessibile, capace di rispondere a una vasta gamma di esigenze di backup e sincronizzazione. La sua capacità di interfacciarsi con oltre 40 servizi di cloud storage lo rende uno strumento indispensabile per gli utenti e le aziende che cercano di navigare nel complesso ecosistema del cloud computing. Grazie a RClone, è possibile centralizzare la gestione dei dati su piattaforme diverse, ottimizzando i flussi di lavoro e garantendo che le informazioni vitali siano sempre protette, accessibili e aggiornate.

L’esempio pratico di configurazione per il backup su Amazon S3 ha illustrato come RClone possa semplificare processi che altrimenti sarebbero complessi e dispendiosi in termini di tempo, consentendo agli utenti di RHEL 8 e di altre distribuzioni di beneficiare di backup regolari e automatizzati con estrema semplicità. Inoltre, l’utilizzo di RClone come wrapper per software di backup come Restic apre nuove possibilità di integrazione, estendendo le funzionalità di backup a una gamma ancora più ampia di servizi cloud, il tutto mantenendo un’elevata sicurezza dei dati grazie alla crittografia end-to-end.

La combinazione di automazione, sicurezza, supporto multi-cloud e facilità di configurazione fa di RClone uno strumento eccezionalmente versatile. Che si tratti di implementare soluzioni di backup robuste, sincronizzare file tra più piattaforme o estendere le capacità di altri software di backup, RClone offre una piattaforma affidabile e scalabile per affrontare le sfide della gestione dei dati nel mondo digitale.

La comunità attiva e il modello open source su cui si basa RClone garantiscono inoltre che lo strumento continui a evolversi, adattandosi alle nuove tecnologie e ai cambiamenti del mercato del cloud storage. Questo dinamismo, unito al supporto diretto per le aziende attraverso opzioni come “RClone for Business”, assicura che sia gli utenti individuali che le organizzazioni possano contare su RClone per le loro esigenze di gestione dei dati ora e in futuro.

In definitiva, RClone non è solo un semplice strumento di sincronizzazione o backup: è una soluzione complessiva per la gestione dei dati che consente di navigare con sicurezza nel panorama sempre più frammentato del cloud storage, offrendo pace della mente e controllo in un’era dominata dalla digitalizzazione e dall’importanza critica dei dati.

 

Hai dei dubbi? Non sai da dove iniziare? Contattaci !

Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

Managed Server S.r.l. è un player italiano di riferimento nel fornire soluzioni avanzate di sistemistica GNU/Linux orientate all’alta performance. Con un modello di sottoscrizione dai costi contenuti e prevedibili, ci assicuriamo che i nostri clienti abbiano accesso a tecnologie avanzate nel campo dell’hosting, server dedicati e servizi cloud. Oltre a questo, offriamo consulenza sistemistica su sistemi Linux e manutenzione specializzata in DBMS, IT Security, Cloud e molto altro. Ci distinguiamo per l’expertise in hosting di primari CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Joomla, OpenCart e Magento, affiancato da un servizio di supporto e consulenza di alto livello adatto per la Pubblica Amministrazione, PMI, ed aziende di qualsiasi dimensione.

Red Hat, Inc. detiene i diritti su Red Hat®, RHEL®, RedHat Linux®, e CentOS®; AlmaLinux™ è un marchio di AlmaLinux OS Foundation; Rocky Linux® è un marchio registrato di Rocky Linux Foundation; SUSE® è un marchio registrato di SUSE LLC; Canonical Ltd. detiene i diritti su Ubuntu®; Software in the Public Interest, Inc. detiene i diritti su Debian®; Linus Torvalds detiene i diritti su Linux®; FreeBSD® è un marchio registrato di The FreeBSD Foundation; NetBSD® è un marchio registrato di The NetBSD Foundation; OpenBSD® è un marchio registrato di Theo de Raadt. Oracle Corporation detiene i diritti su Oracle®, MySQL®, e MyRocks®; Percona® è un marchio registrato di Percona LLC; MariaDB® è un marchio registrato di MariaDB Corporation Ab; REDIS® è un marchio registrato di Redis Labs Ltd. F5 Networks, Inc. detiene i diritti su NGINX® e NGINX Plus®; Varnish® è un marchio registrato di Varnish Software AB. Adobe Inc. detiene i diritti su Magento®; PrestaShop® è un marchio registrato di PrestaShop SA; OpenCart® è un marchio registrato di OpenCart Limited. Automattic Inc. detiene i diritti su WordPress®, WooCommerce®, e JetPack®; Open Source Matters, Inc. detiene i diritti su Joomla®; Dries Buytaert detiene i diritti su Drupal®. Amazon Web Services, Inc. detiene i diritti su AWS®; Google LLC detiene i diritti su Google Cloud™ e Chrome™; Facebook, Inc. detiene i diritti su Facebook®; Microsoft Corporation detiene i diritti su Microsoft®, Azure®, e Internet Explorer®; Mozilla Foundation detiene i diritti su Firefox®. Apache® è un marchio registrato di The Apache Software Foundation; PHP® è un marchio registrato del PHP Group. CloudFlare® è un marchio registrato di Cloudflare, Inc.; NETSCOUT® è un marchio registrato di NETSCOUT Systems Inc.; ElasticSearch®, LogStash®, e Kibana® sono marchi registrati di Elastic N.V. Questo sito non è affiliato, sponsorizzato, o altrimenti associato a nessuna delle entità sopra menzionate e non rappresenta nessuna di queste entità in alcun modo. Tutti i diritti sui marchi e sui nomi di prodotto menzionati sono di proprietà dei rispettivi detentori di copyright. Ogni altro marchio citato appartiene ai propri registranti. MANAGED SERVER® è un marchio registrato a livello Europeo da MANAGED SERVER SRL Via Enzo Ferrari, 9 62012 Civitanova Marche (MC) Italia.

Torna in alto