2 Novembre 2022

Trovare aiuto ed assistenza su Linux gratuitamente anche se sei un utente privato.

Può capitare di aver necessità di trovare assistenza su Linux come utente privato. Ecco il nostro spassionato consiglio.

Print Friendly, PDF & Email

Come azienda di Hosting e sistemistica Linux siamo molto ben posizionati lato SEO per parole chiave come Assistenza Linux, Supporto Linux e simili. Motivo per cui veniamo contattati quotidianamente per risolvere problemi inerenti il mondo Linux ed i suoi servizi.

Se è vero che la maggior parte delle richieste provengono da aziende che dunque richiedono una consulenza di carattere commerciale e dunque a pagamento, è altrettanto vero che negli ultimi mesi arrivano sempre più richieste (circa una al giorno) di utenti privati, studenti, semplici appassionati che decidono di installare una delle tanti distribuzioni Linux, magari per far rivivere qualche vecchio PC, o semplicemente l’ebrezza di provare questo fantastico sistema operativo.

Le richieste sono tra le più disparate, ma grossomodo possiamo distinguerle in tre grosse macro categorie.

La scheda Wi-Fi non funziona su Linux

In questo caso di norma ci si trova ad aver a che fare con un notebook che ha la sfortuna di non essere “plug’n play” e dunque la scheda di rete Wireless non funziona correttamente, o non viene individuata, o non si connette correttamente all’access point o comunque non naviga.

In questo caso il sistema è completamente tagliato fuori dalla rete, non ha un indirizzo IP pubblico raggiungibile ed è necessaria assistenza fisica sul posto al fine di individuare il corretto driver per la scheda di rete, caricarlo, configurarlo e farlo funzionare correttamente.

La scheda video non funziona

Questo è un altro problema comunissimo, che nella sua semplicità, significa avere a che fare con problematiche a livello di scheda video o Window Manager che per un motivo o per l’altro non fa bene quel che dovrebbe fare. Magari la scheda video funziona anche correttamente, ma la risoluzione video massima impostabile è quella minima, e magari invece di girare in modalità Full HD 1920×1080 se lo ritrova a funzionare a 640×480 con grafica a 16 bit.

Anche in questo caso, bisogna fare lo stesso lavoro di diagnosi, ricerca, configurazione affinchè la risoluzione e la profondità colore sia adeguata alle reali possibilità offerte dall’hardware.

Vogliono installare Linux

Questa è la casistica meno frequente tra le tre, ma che racchiude tutta una serie di altre casistiche che non andremo ad approfondire, tra cui le due casistiche sopra elencate. Brevemente l’utente incuriosito, appassionato dal sistema operativo GNU/LInux si sta cimentando all’installazione del sistema operativo e trova qualche errore, sia in fase di installazione che in fase di boot.

Magari riscontrano un errore in fase di scrittura sul disco, un kernel panic in fase di boot, non trova qualche periferica e via dicendo.

Le distribuzioni sono tra le più disparate, tra i novizi che si accontentano di Linux Mint o Ubuntu, agli sperimentatori che si cimentano in strane e dispendiose configurazioni come Gentoo o Slackware.

Non lavoriamo con utenti privati

Da sempre, non lavoriamo con utenti privati per la risoluzione di problematiche inerenti a Linux, o assistenza sistemistica. Il motivo è piuttosto semplice, ci troveremo di fronte ad una casistica di problematiche troppo ampie, con configurazioni hardware troppo variegate che sarebbero impossibile da gestire proficuamente in un contesto aziendale e professionale in cui cerchiamo di uniformare il più possibile sia le configurazioni hardware che la gestione di distribuzioni linux e servizi.

Ad esempio, un conto è installare Ubuntu, un conto è installare Gentoo o Slackware. Un conto è farlo su un determinato tipo di Hardware, un conto è farlo su altro hardware che magari si trova quel controller Fake RAID che diventa impossibile far funzionare correttamente.

Diventerebbe insomma impossibile far fronte alle varie richieste di utenti privati che sicuramente non potrebbero investire serenamente 200 o 300 euro per la risoluzione di un problema, in un contesto in cui loro si stanno divertendo e stanno coltivando un Hobby.

Ottenere Assistenza Linux gratuitamente tramite i Linux User Group

Se fino ad un paio di mesi fa, semplicemente ci limitavamo ad interrompere bruscamente la telefonata, specificando che come politica aziendale non lavoriamo con clientela privata, sprovvista di P.IVA e nella risoluzione dei problemi di Linux sul loro PC o il loro notebook, invece che il server già connesso in rete di un’azienda, da qualche mese ci siamo posti nell’ottica di ripristinare e riabilitare le funzionalità dei LUG Linux User Group italiani.

Spesso un LUG è una associazione non-profit, formata da persone liberamente costituite, che svolgono la loro attività prevalentemente su base volontaria e che provvedono al supporto e alla diffusione di GNU/Linux, in particolar modo presso chi si avvicina per la prima volta a tale sistema operativo. Può materializzarsi in un contesto fisico, ponendosi come punto di riferimento a livello locale per i temi toccati, oppure virtualmente in forma di community online.

I vantaggi sono piuttosto evidenti, si possono risolvere problemi tecnici e tecnologici incontrandosi fisicamente e dunque andando a superare tutti i problemi di connettività che rendevano impossibile una connessione remota.

Si apprende un metodo tramite l’aiuto di qualcuno che ha più competenza o ha già risolto quel particolare tipo di problematica.

Ci si aggrega con un gruppo di individui che coltivano stessi hobby e passioni in una sorta di organizzazione libera per il mutuo soccorso. La crescita sia a livello hobbistico che a livello didattico e professionale all’interno di un LUG è sicuramene più veloce rispetto a quello che si potrebbe ottenere in autonomia.

E’ oggettivamente un contesto normalmente divertente ricco di iniziative anche conviviali.

Dai vari Install Fest in cui si fanno installazioni di distribuzioni Linux sui nuovi arrivati, alle varie iniziative per il Linux Day, ai vari Meetup che sono di norma accompagnate da ottimi manicaretti e bevande all’insegna dello spirito conviviale che alberga in queste associazioni.

Il rapporto umano non si basa minimamente su scala gerarchica, ne tantomeno è focalizzato sulle competenze. In un LUG potrai trovare nello stesso gruppo, dall’ingegnere che lavora per un ente di ricerca di Fisica nucleare che usa Linux nei suoi progetti, al pizzaiolo che ha la passione di Linux nel tempo libero, all’imprenditore che cerca di installare il suo File Server da utilizzare in azienda.

Personalmente l’esperienza nel CM LUG di Civitanova Marche e del CAME LUG ai tempi della frequentazione del corso di studi in Informatica all’Università degli studi di Camerino, lo ricordo come un periodo assolutamente positivo in cui ho avuto modo di apprendere nozioni che non avrei appreso altrimenti.

Gli obiettivi di un LUG possono variare sensibilmente a seconda del tipo di gruppo, dalle caratteristiche dei suoi membri e dal luogo o campo dove il gruppo stesso opera. Come per ogni comunità di intenti non esiste una documentazione ufficiale che indichi esattamente cosa è un LUG e cosa deve fare per essere definito tale, ma è possibile tracciare alcuni confini entro i quali si possono riconoscere queste associazioni. Molti LUG fanno riferimento alle linee guida dell’Italian Linux Society.

L’obiettivo principale di un LUG è quello di estendere le conoscenze dei propri membri e condividerle con gli altri per una crescita comune fino ad accumulare quella massa critica sufficiente ad essere “intelligenza collettiva”.

Un LUG può insegnare ad un nuovo utente come utilizzare al meglio gli strumenti in proprio possesso, e nel contempo può mostrare all’utente più esperto punti di vista differenti per ottenere i massimi risultati grazie ad un clima collaborativo che facilita la qualità e l’innovazione.

Volendo schematizzare è possibile individuare alcune finalità base per un LUG.

  • Diffusione dell’impiego di Linux al maggior numero di utenti, da farlo diventare uno standard.
  • Formazione con corsi e scambio di esperienze tra LUG per sviluppare la conoscenza interna.
  • Divulgazione all’esterno con incontri, conferenze, fiere ed eventi simili.
  • Supporto per assistere, consigliare e se possibile rimediare ai problemi degli utenti GNU/Linux.
  • Aggregazione, quando il gruppo è ormai affiatato, per migliorare la collaborazione interna.

Ogni LUG può combinarle o integrarle a suo piacimento, in accordo con i suoi membri.

Un LUG, per essere tale, ha bisogno innanzitutto di farsi conoscere e disporre di alcuni mezzi necessari ai suoi fini. Si riconoscono due modalità di aggregazione nonché di fruizione dei servizi forniti da un LUG: ci sono LUG che possono disporre di una sede fisica e altri che fanno sentire la loro presenza solamente tramite strumenti online; buona parte dei LUG rientra in entrambe le categorie.

I LUG sono generalmente circoscritti ad una città o ad una zona, per questo molti di loro hanno una sede. La sede può essere liberamente accessibile a tutti, oppure può essere messa a disposizione dei soli membri di quei LUG che si sono costituiti come associazioni e che richiedono una minima quota d’iscrizione (simile ad un hackerspace).

L’esistenza di una sede fisica è importante, in quanto ciascun LUG può proporsi come entità strettamente legata alle tematiche locali. Inoltre, la vicinanza e la possibilità di interazioni dirette con e fra i membri offre più riferimenti ed un maggior senso di sicurezza all’utente locale, senza contare che il mantenimento di relazioni sotto il profilo umano sono generalmente molto più proficue.

Gli incontri in sede avvengono tipicamente con cadenza settimanale o mensile e in questi incontri vengono pianificati progetti, si aiutano i neofiti a installare una distribuzione Linux, si svolgono attività che ruotano attorno al mondo del software libero, si discutono le novità in campo informatico sotto il piano tecnico ed etico, si rivelano alcuni trucchi, si costruiscono reti a libero utilizzo degli utenti, ecc… Tutte queste attività che hanno anche il merito di combattere il divario digitale.

Non sempre si ha purtroppo la fortuna di avere un LUG nella propria Città, ma è piuttosto frequente di trovare almeno un LUG in provincia. Certamente la probabilità di avere un LUG attivo in città è direttamente proporzionale alla densità demografica della città stessa. Una città come Roma, Milano o Napoli avrà sicuramente almeno un LUG.

Città a forte stampo culturale come quelle universitarie (soprattutto se con una presenza forte di corsi di studio inerenti a tecnologia come ad esempio Ingegneria informatica o fisica) hanno sicuramente maggiori probabilità di avere un LUG attivo e frequentato.

Se cerchi assistenza su Linux e magari vuoi intraprendere un percorso di crescita completamente gratuito, cerca pure il LUG più vicino a te utilizzando questo sito :

https://lugmap.linux.it/

 

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

Torna su