La GDPR √® una cosa seria e le sanzioni riguardano tutti. Nessuno escluso. - ūüŹÜ Managed Server
23 Maggio 2023

La GDPR è una cosa seria e le sanzioni riguardano tutti. Nessuno escluso.

Lista delle sanzioni per la violazione della GDPR. Non riguardano solo colossi come Google o Facebook, ma anche voi.

Da quando √® entrata in vigore la General Data Protection Regulation (GDPR), l’attenzione dei media si √® concentrata prevalentemente con le loro notizie e comunicati sulle multe multimilionarie inflitte a giganti tecnologici come Google e Facebook. Nessuno ha mai speso due parole sul Mario Rossi di turno, che di fatto nell’immaginario collettivo non esiste, perch√® in fondo le multe le ricevono solo le grandi corporazioni e non i piccoli professionisti.

La scelta di menzionare esclusivamente le attivit√† sanzionatorie verso queste grandi corporation, trovano motivo principalmente in scelte editoriali e titoli ad effetto in grado di coinvolgere l’opinione e l’interesse pubblico, nonch√® trovare click paganti.

Per rimanere in tema è ancora fresca la notizia di ieri in cui Facebook è stata sanzionata per 1,2 Miliardi di Euro.

Facebook Sanzione GDPR

La¬†Commissione irlandese per la protezione dei dati¬†(Ie Dpa), su¬†incarico del Garante¬†privacy¬†dell‚ÄôUe Edpb, ha¬†multato¬†Meta¬†per 1,2 miliardi¬†di euro per aver violato le norme europee¬†sulla protezione dei dati (Gdpr)¬†con il suo social network¬†Facebook. La sanzione √®¬†la pi√Ļ alta¬†imposta da un regolatore della protezione dei dati in Europa.

Meta, che intende presentare ricorso, √® stata multata¬†per aver ‚Äúcontinuato a trasferire¬†dati personali‚ÄĚ di utenti dallo Spazio economico europeo agli Stati Uniti¬†in violazione delle norme europee in materia.

Meta¬†deve inoltre ‚Äúsospendere qualsiasi trasferimento di dati personali negli Stati Uniti entro cinque mesi‚Ä̬†dalla notifica della decisione e deve conformarsi al Gdpr entro sei mesi.

Questa focalizzazione ha creato un falso convincimento: la sensazione, in molti, è che le autorità garanti della privacy, tra cui il Garante per la Protezione dei Dati Personali italiano, siano principalmente interessate a sanzionare queste imponenti corporazioni.

In realt√†, questo non potrebbe essere pi√Ļ distante dalla verit√†.

La GDPR √® un regolamento europeo che mira a rafforzare e unificare la protezione dei dati per tutte le persone all’interno dell’Unione Europea (UE). Essa sostituisce la direttiva sulla protezione dei dati del 1995 e introduce norme rigorose sulla protezione dei dati e sul loro trattamento. Inoltre, prevede pesanti sanzioni per le violazioni, indipendentemente dalla dimensione dell’entit√† che le commette.

Ma torniamo al nostro focus. In un’epoca in cui le soluzioni Software as a Service (SaaS) e Platform as a Service (PaaS) sono sempre pi√Ļ diffuse, molte piccole e medie imprese, liberi professionisti e persino privati utilizzano servizi che non sono in conformit√† con la GDPR.

Ad esempio, plugin per l’ottimizzazione delle immagini che si appoggiano a Content Delivery Network (CDN) di aziende con sede negli Stati Uniti, senza filiali europee, o servizi di hosting con base a San Francisco.

Questo avviene perché molte persone ritengono erroneamente che le sanzioni per la violazione della GDPR riguardino solo le grandi aziende. Eppure, la verità è che queste sanzioni riguardano tutti, senza eccezioni.

A questo punto, √® opportuno fare un chiarimento, nonch√© dare prova tangibile di quanto sopra affermato: esiste infatti un sito web chiamato Enforcement Tracker che offre una panoramica delle multe e delle sanzioni che le autorit√† di protezione dei dati all’interno dell’UE hanno imposto in base alla GDPR. Lo scopo √® di mantenere l’elenco il pi√Ļ aggiornato possibile, anche se non tutte le multe vengono rese pubbliche; quindi, l’elenco non pu√≤ mai essere completo.

Enforcement-Tracker

Navigando sul sito e applicando il filtro per l’Italia, vediamo che sono state registrate ben 1844 sanzioni a entit√† di tutte le dimensioni: societ√† per azioni, societ√† a responsabilit√† limitata, liberi professionisti e persino individui. Le sanzioni variano in termini di importo, con molte che si aggirano attorno ai 1000 euro. Questo √® un chiaro indicativo del fatto che, se necessario, le sanzioni vengono applicate a tutti, senza distinzione.

Esempio sanzioni GDPR

Quindi, con questa consapevolezza, si spera che si possa avere una visione pi√Ļ realistica del problema rispetto a quella trasmessa e lasciata intendere dai media. √ą fondamentale ponderare ogni decisione implementativa, considerando la conformit√† alla GDPR come un requisito indispensabile e non come un dettaglio riservato solo ai giganti del settore tecnologico.

Ricorda, la GDPR è una cosa seria e le sanzioni riguardano tutti. Nessuno escluso ed anche qualora volessi azzardare una violazione della stessa devi essere ben cosciente che il problema riguarda anche te.

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

Torna in alto