26 Ottobre 2022

Cosa significa Overselling nel mondo dell’Hosting?

Overselling ovvero una pratica poco trasparente di molti fornitori di Hosting a danno dei loro clienti.

Cos’è l’overselling?

L’overselling è una pratica comune nel mondo dell’hosting web, che consiste nel vendere più spazio o risorse di quanti ne siano effettivamente disponibili. In altre parole, un host che pratica l’overselling promette ai propri clienti più spazio o risorse di quanto sia in grado di fornire.

L’overselling può riguardare diverse tipologie di risorse, come ad esempio lo spazio su disco, la larghezza di banda, il numero di domini o indirizzi email, il numero di database o il numero di account FTP. Gli host che praticano l’overselling tendono a promettere ai propri clienti una quantità illimitata di queste risorse, o a offrire pacchetti di hosting con quantità di risorse estremamente elevate a prezzi molto bassi.

In teoria, l’overselling potrebbe permettere agli host di offrire ai propri clienti una maggiore flessibilità e di adattarsi alle loro esigenze in modo più efficace. Tuttavia, nella pratica, l’overselling può causare seri problemi di prestazioni e di stabilità dei siti web ospitati. Se un host vende più spazio o risorse di quanti ne siano effettivamente disponibili, ciò può causare un sovraccarico delle risorse e una diminuzione delle prestazioni. Inoltre, se un host non è in grado di soddisfare le esigenze di tutti i suoi clienti, ciò può comportare una maggiore probabilità di interruzioni o di downtime.

L’overselling può essere particolarmente problematico per gli host che utilizzano sistemi di virtualizzazione, come ad esempio i server VPS (Virtual Private Server) o i Server Dedicati virtuali. In questi casi, gli host possono vendere lo stesso spazio o le stesse risorse a più clienti, creando così una situazione di concorrenza per le risorse. Se uno o più clienti utilizzano eccessive quantità di risorse, ciò può causare un sovraccarico del sistema e una diminuzione delle prestazioni per gli altri clienti.

Per evitare questi problemi, è importante scegliere un host che non pratichi l’overselling e che sia in grado di garantire una sufficiente quantità di risorse per soddisfare le esigenze dei propri clienti. Inoltre, è consigliabile optare per pacchetti di hosting con quantità di risorse adeguate alle proprie esigenze, in modo da evitare di pagare per risorse che non si utilizzeranno mai.

Questa è un’area grigia delle aziende che viene utilizzata per massimizzare il ROI. La pratica dell’overselling prevale anche nel settore dell’hosting web e ha quasi gli stessi effetti di quelli degli altri settori.

A livello di ricerca operativa, potremmo dire che l’overselling incarna il famoso detto “Massimizzare i profitti, minimizzando i costi”, tuttavia bisogna sempre tenere in considerazione che la qualità del servizio deve rimanere eccelsa e che è sempre meglio e più proficuo imprenditorialmente parlando, fornire un servizio di qualità che porti valore aggiunto al cliente, piuttosto che un servizio mediocre che non porti alcun valore o addirittura danneggi il cliente.

Che cos’è l’overselling di web hosting?

L’overselling come abbiamo già accennato precedentemente può essere fatto per qualsiasi tipo di hosting web sopratutto hosting condiviso e VPS. Consideriamo l’istanza di hosting condiviso. Nell’hosting condiviso molti siti Web sono ospitati su un server fisico e tutte le risorse sono raggruppate e distribuite tra gli utenti dello stesso server. Anche se a ogni utente viene assegnato un limite massimo di risorse, i provider di web hosting monitorano regolarmente l’utilizzo del server e sanno che tutti gli utenti non stanno utilizzando le risorse massime disponibili.

In realtà, le risorse complete del server sono a malapena utilizzate dagli utenti e se nel caso in cui il server sia sottoallocato, il provider di hosting continuerà ad aggiungere utenti al server. In questo caso, il provider di hosting sta vendendo le risorse che non ha più, questo è overselling.

L’overselling di web hosting è diventato più importante con i pacchetti di web hosting illimitati. In un pacchetto di web hosting illimitato, il provider di web hosting non definisce la quantità esatta di risorse che il muro deve essere allocato a ciascun cliente. Anche se il pacchetto di hosting è promosso illimitato, questa potrebbe non essere la realtà. Detto questo, ci sono anche provider di hosting che offrono pacchetti di hosting web illimitati autentici. Pertanto, è importante leggere i termini di servizio (TOS) della società di web hosting prima di iscriversi a qualsiasi pacchetto di web hosting illimitato.

I provider di web hosting che praticano l’overselling si basano sul pensiero che gli utenti non sono molto saggi. Se il sito Web dell’utente è attivo e funzionante, i tempi di caricamento sembrano ok e non ci sono tempi di inattività o interruzioni, l’utente continuerà a essere soddisfatto del servizio. Se l’overselling viene fatto all’estremo, può avere effetti dannosi sulla qualità del servizio fornito. Ospitare sempre più utenti su un unico server (affollando gli utenti) fino a quando il server non può più sopportare il carico si tradurrà in una situazione catastrofica e ci saranno molti clienti arrabbiati che non si fideranno più del provider di hosting.

Sebbene l’overselling sia un modo attraverso il quale le società di hosting cercano di ottenere un maggiore ritorno dal loro investimento, è una mossa rischiosa e può causare danni a lungo termine al nome e all’affidabilità della società di hosting.

Overselling in pratica

Per fornirti un esempio migliore di overselling, riprodurremo uno scenario tipico abbastanza comune nel settore. Supponiamo che il provider di hosting X abbia 100 GB di spazio libero su disco e 1500 GB di larghezza di banda ogni mese da vendere. Offrono un solo pacchetto che include 5 GB di spazio su disco e 75 GB di larghezza di banda per cliente; ciò significa che possono effettivamente assumere un totale di 20 clienti.

Ora, è abbastanza comune che la maggior parte dei loro clienti non utilizzi la franchigia mensile e abbia spazio su disco e larghezza di banda inutilizzati. Per amor di argomento, supponiamo che ogni client utilizzi solo l’80% delle risorse allocate ogni mese, lasciando un saldo di 20 GB di spazio su disco e 300 GB di larghezza di banda inutilizzati ogni mese. L’importo rimanente è sufficiente per consentire al provider di hosting di aggiungere altri quattro client al proprio server per creare maggiori profitti senza costi aggiuntivi.

I problemi con l’overselling

Quando vengono utilizzati metodi di vendita eccessiva, c’è un solo vincitore, il provider di hosting. Stanno essenzialmente realizzando un profitto istantaneo per ogni cliente che guadagnano al di sopra di quello che possono gestire, mentre il cliente riceve un servizio non ottimale. Ciò che molti provider non riescono a capire è questo: quando un server funziona alla massima capacità, la potenza di elaborazione, l’utilizzo della memoria e la velocità massima di trasferimento vengono influenzati.

Un server può essere costruito per ospitare 500 siti Web e trasferire 5000 GB di larghezza di banda, ma quando messo in pratica non è sempre così. I server che gestiscono forum o siti Web estremamente affollati che contengono molti contenuti, database o script utilizzando codice che richiede risorse, ogni altro sito Web su quel server può affrontare prestazioni ridotte e persino possibili minacce alla sicurezza di conseguenza.
Questi problemi si manifestano solitamente durante le festività natalizie e le ore di punta della navigazione in Internet (dalle 17:00 alle 21:00), l’overselling causerà il timeout di un sito Web o aumenterà la velocità di caricamento della pagina, il che non è positivo per le aziende. Ad esempio, se gestisci un negozio al dettaglio online che vende prodotti fisici, il tuo periodo di maggiore affluenza sarà intorno alle festività come il Natale, quando le persone acquistano regali l’uno per l’altro. La scelta di un provider di hosting che pratica l’overselling può ridurre drasticamente i tuoi profitti se il tuo sito Web è sempre in timeout o se le pagine non si caricano abbastanza velocemente per consentire ai tuoi utenti di navigare.

Server privati virtuali e hosting condiviso

Altre due opzioni di hosting disponibili sono i server privati virtuali e l’hosting condiviso, anche se a buon mercato hanno una serie di problemi.

Hosting condiviso – come suggerisce il nome, l’hosting condiviso è quando condividi un server con altri clienti – a volte chiamato hotel web, clienti che potrebbero richiedere più risorse in determinati momenti della giornata che influiscono sul tuo servizio. Questi sono noti come cattivi vicini nel settore e l’hosting del tuo sito utilizzando un piano di hosting condiviso può influire sul tuo sito Web nei seguenti modi:

  • Tempi di risposta più lenti
  • Influenza le classifiche SEO (rank più basso in Google)
  • Aumenta la frequenza di rimbalzo del sito web
  • Crea più minacce alla sicurezza
  • Aumenta i timeout (sito web offline)

Se gestisci un’attività online utilizzando un piano di hosting condiviso, questo metodo mette troppe cose al di fuori del tuo ambito, non dandoti alcuna influenza o controllo quando i vicini accumulano risorse.

VPS – ha il vantaggio rispetto all’hosting condiviso nel fatto che non condivide molte cose con i suoi vicini, questo perché è in grado di separare le risorse del server e implementare limiti, ma ha ancora alcuni problemi. Per uno, l’unica cosa che separa un sito da un altro è ciò che è noto come un “muro di software”, anche se offrendo un certo livello di sicurezza di solito non sarà così sicuro come la separazione che puoi trovare su ManagedServer.it.

La maggior parte dei provider di hosting VPS non implementa “limiti di accelerazione” durante i periodi di punta, un cliente che abusa del server con pesanti richieste influirà sulle prestazioni del tuo sito web. â€œCPU Steal” è una metrica di questo tipo che mostra quanta parte della capacità di elaborazione della CPU è stata presa da vicini rumorosi. Infine, lo spazio su disco su un VPS è condiviso da tutti i clienti, se più utenti devono leggere e scrivere contemporaneamente, le prestazioni del disco possono influire gravemente sulle prestazioni del sito ed è molto problematico per i database oltre all’apertura di altri siti Web sul server aperti a possibili minacce alla sicurezza backdoor.

E noi vendiamo in overselling?

È una domanda molto importante da porre e un must quando si decide quale provider di hosting utilizzare. ManagedServer.it non effettua vendite eccessive e la nostra struttura di hosting è progettata in modo da massimizzare l’esperienza del cliente. La nostra potenza di elaborazione del server, l’utilizzo della memoria, nonché la capacità di rete e lo spazio su disco per ciascun cliente sono isolati, e monitorati tramite netdata il che significa che è impossibile per altri client accedere o monopolizzare le tue risorse, con conseguente assenza di esperienze negative e sicurezza totale.

Netdata Screenshot Schermata

Riconosciamo che l’overselling non solo causerà problemi a breve termine per i nostri clienti, ma avrà anche implicazioni a lungo termine su prestazioni e output. L’esecuzione di server a piena capacità può essenzialmente “fare il downgrade” delle prestazioni hardware nel corso del tempo. A volte fino al punto in cui non è risolvibile causando enormi problemi a tutti gli altri sul server. A differenza di un VPS, oltre a mantenere un’ampia capacità in eccesso, utilizziamo tecnologie come DRS, che sposta automaticamente client rumorosi improvvisi su hardware con capacità migliore quando necessario, assicurando sempre prestazioni elevate e coerenti.

Siete stanchi di host che non sono in grado di garantire prestazioni soddisfacenti e stabilità ai vostri siti web? Avete bisogno di un hosting performante che non pratichi l’overselling? Allora siete nel posto giusto!

Il nostro hosting è progettato per offrire le massime prestazioni e stabilità, senza il rischio di sovraccarico delle risorse o di interruzioni dovute all’overselling. Garantiamo ai nostri clienti una quantità sufficiente di spazio su disco, larghezza di banda e risorse per soddisfare le loro esigenze, senza costringerli a condividere le risorse con altri clienti.

Inoltre, il nostro team di esperti è sempre disponibile per fornirvi assistenza e supporto, e saremo lieti di consigliarvi sulla scelta del pacchetto di hosting più adeguato alle vostre esigenze. Non importa se siete un’azienda di piccole o grandi dimensioni, il nostro hosting performante è la scelta ideale per chi vuole garantire il massimo delle prestazioni e della stabilità ai propri siti web.

Hai dei dubbi? Non sai da dove iniziare? Contattaci !

Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

Managed Server S.r.l. è un player italiano di riferimento nel fornire soluzioni avanzate di sistemistica GNU/Linux orientate all’alta performance. Con un modello di sottoscrizione dai costi contenuti e prevedibili, ci assicuriamo che i nostri clienti abbiano accesso a tecnologie avanzate nel campo dell’hosting, server dedicati e servizi cloud. Oltre a questo, offriamo consulenza sistemistica su sistemi Linux e manutenzione specializzata in DBMS, IT Security, Cloud e molto altro. Ci distinguiamo per l’expertise in hosting di primari CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Joomla, OpenCart e Magento, affiancato da un servizio di supporto e consulenza di alto livello adatto per la Pubblica Amministrazione, PMI, ed aziende di qualsiasi dimensione.

Red Hat, Inc. detiene i diritti su Red Hat®, RHEL®, RedHat Linux®, e CentOS®; AlmaLinux™ è un marchio di AlmaLinux OS Foundation; Rocky Linux® è un marchio registrato di Rocky Linux Foundation; SUSE® è un marchio registrato di SUSE LLC; Canonical Ltd. detiene i diritti su Ubuntu®; Software in the Public Interest, Inc. detiene i diritti su Debian®; Linus Torvalds detiene i diritti su Linux®; FreeBSD® è un marchio registrato di The FreeBSD Foundation; NetBSD® è un marchio registrato di The NetBSD Foundation; OpenBSD® è un marchio registrato di Theo de Raadt. Oracle Corporation detiene i diritti su Oracle®, MySQL®, e MyRocks®; Percona® è un marchio registrato di Percona LLC; MariaDB® è un marchio registrato di MariaDB Corporation Ab; REDIS® è un marchio registrato di Redis Labs Ltd. F5 Networks, Inc. detiene i diritti su NGINX® e NGINX Plus®; Varnish® è un marchio registrato di Varnish Software AB. Adobe Inc. detiene i diritti su Magento®; PrestaShop® è un marchio registrato di PrestaShop SA; OpenCart® è un marchio registrato di OpenCart Limited. Automattic Inc. detiene i diritti su WordPress®, WooCommerce®, e JetPack®; Open Source Matters, Inc. detiene i diritti su Joomla®; Dries Buytaert detiene i diritti su Drupal®. Amazon Web Services, Inc. detiene i diritti su AWS®; Google LLC detiene i diritti su Google Cloud™ e Chrome™; Microsoft Corporation detiene i diritti su Microsoft®, Azure®, e Internet Explorer®; Mozilla Foundation detiene i diritti su Firefox®. Apache® è un marchio registrato di The Apache Software Foundation; PHP® è un marchio registrato del PHP Group. CloudFlare® è un marchio registrato di Cloudflare, Inc.; NETSCOUT® è un marchio registrato di NETSCOUT Systems Inc.; ElasticSearch®, LogStash®, e Kibana® sono marchi registrati di Elastic N.V. Hetzner Online GmbH detiene i diritti su Hetzner®; OVHcloud è un marchio registrato di OVH Groupe SAS; cPanel®, L.L.C. detiene i diritti su cPanel®; Plesk® è un marchio registrato di Plesk International GmbH; Facebook, Inc. detiene i diritti su Facebook®. Questo sito non è affiliato, sponsorizzato o altrimenti associato a nessuna delle entità sopra menzionate e non rappresenta nessuna di queste entità in alcun modo. Tutti i diritti sui marchi e sui nomi di prodotto menzionati sono di proprietà dei rispettivi detentori di copyright. Ogni altro marchio citato appartiene ai propri registranti. MANAGED SERVER® è un marchio registrato a livello europeo da MANAGED SERVER SRL, Via Enzo Ferrari, 9, 62012 Civitanova Marche (MC), Italia.

SOLO UN ATTIMO !

Vorresti vedere come gira il tuo WooCommerce sui nostri sistemi senza dover migrare nulla ? 

Inserisci l'indirizzo del tuo sito WooCommerce e otterrai una dimostrazione navigabile, senza dover fare assolutamente nulla e completamente gratis.

No grazie, i miei clienti preferiscono il sito lento.
Torna in alto