20 Giugno 2022

Core Web Vitals e dati CRUX.

Cosa sono i dati CRUX dei Google Core Web Vitals ed a cosa servono ? Vediamoli insieme.

Print Friendly, PDF & Email

Abbiamo parlato molto dei Core Web Vitals e della loro importanza dopo l’annuncio di Google che li ha resi di fatto fattori di posizionamento.

Conseguentemente abbiamo implementato un servizio di Ottimizzazione Core Web Vitals, al fine di migliorare la velocità non solo lato server ma anche a livello applicativo, non molto differente da quanto facevamo già prima dell’avvento dei Core Web Vitals, tramite il semplice tool Google Pagespeed Insight.

Tuttavia abbiamo sempre più visto situazioni in cui ad esempio un punteggio mobile di 60 superava il test CRUX di Core Web Vitals, e punteggi di 90 che invece non superavano i test CRUX.

Pagespeed insight CRUX core web vitals

Se osserviamo l’immagine sopra ad esempio troviamo un punteggio con test di laboratorio di 78 (un buon valore) abbondantemente sotto il punteggio di 90 per entrare in “zona verde”, tuttavia vediamo che la valutazione dei segnali web essenziali è stata brillantemente superata nei 28 giorni precedenti.

Cosa significa ? Come funziona ?

Core Web Vitals riguarda i dati di laboratorio oi dati sul campo?

Si tratta di “Dati sul campo”. Ciò significa che:

  • Core Web Vitals riguarda utenti reali, sul campo;
  • Chrome UX Report (CrUX) è generato dai dati raccolti tramite Chrome, direttamente dai suoi utenti che navigano sul web;
  • Riguarda i dati sulle prestazioni del tuo stesso traffico, solo tra gli utenti di Chrome.

Come fa Google a sapere come stanno vivendo gli utenti il mio sito/negozio?

Gli utenti di Chromium tengono traccia delle loro esperienze durante una visita alla pagina. Una volta che un visitatore lascia la pagina, ad esempio facendo clic su un’altra pagina, Google invierà le prestazioni e le metriche UX ai propri server. Questo è meglio noto come rapporto sull’esperienza utente di Chrome (CrUX).

Questi dati di valutazione sulla navigazione inviati dal browser, vengono chiamati in gergo tecnico beacon.

Quali visitatori sono esclusi da Core Web Vitals?

Tutti gli utenti di Chromium (oggi anche gli utenti di Microsoft Edge in quanto basato sullo stesso motore di Chrome) hanno i propri dati inviati a Google/CrUX. Ciò significa che la maggior parte delle esperienze utente reali degli utenti Apple / iOS potrebbero non essere inviate ai server di Google, poiché spesso utilizzano Safari e gli utenti Linux potrebbero utilizzare FireFox.

Tieni presente che gli utenti possono disattivare questa impostazione e impedire al browser di inviare le proprie esperienze e quindi le metriche UX e velocità di pagina ai server di Google.

Di quanti visitatori ho bisogno per il punteggio di Core Web Vitals?

Nessuno sa. I test che ho condotto in passato hanno evidenziato che il tuo sito necessita di circa 400 visualizzazioni di pagina al mese per dispositivo (cellulare, tablet, desktop), utilizzando Chromium per ottenere un riepilogo dell’origine di Core Web Vitals quando si utilizza PageSpeed Insights. Tieni presente che questo potrebbe essere il minimo assoluto.

Quando un sito non ha abbastanza visitatori, è probabile che tu debba trovare altri modi per posizionarti più in alto.

Il punteggio viene aggiornato ogni 4 settimane, dunque 28 giorni, tenendo conto del 75 percentile dei dati in possesso.

Sebbene sia possibile monitorare i Core Web Vitals sia per desktop che per dispositivi mobili, per il posizionamento delle pagine verranno utilizzati solo i segnali mobile. Inoltre, tieni presente che quando si parla di punteggi dei Web Core Vitals, le metriche verranno valutate al 75° percentile degli utenti. Ciò significa che, se desideri soddisfare i Core Web Vitals, le tue pagine dovranno superare i punteggi consigliati per almeno il 75% delle visite alle pagine.

Nota: il miglioramento della velocità della pagina avrà comunque un impatto positivo sulla conversione, indipendentemente dalla quantità di visitatori o dal superamento della valutazione dei Core Web Vitals.

Come faccio a sapere se ho abbastanza visitatori?

Quando esegui un test di PageSpeed Insights , vedrai sempre “Dati di laboratorio”. Verranno visualizzati anche i “Dati sul campo”, che si trovano sopra i “Dati del laboratorio”. Quando non vedi alcun grafico a barre colorato, la tua pagina web non ha (ancora) visitatori sufficienti per produrre dati.

Tuttavia, se la tua origine (dominio) ha avuto abbastanza visitatori per fornire un riepilogo, PageSpeed Insights potrebbe almeno mostrarti un riepilogo dell’origine. Quando non vengono visualizzati i “Dati sul campo”, il tuo sito Web o negozio online non ha abbastanza visitatori e non trarrai vantaggio dal fattore di ranking di Core Web Vitals. Tieni presente, tuttavia, che il miglioramento della velocità della pagina, delle prestazioni e dell’esperienza utente avrà comunque un impatto sulla conversione e potrebbe renderti a prova di futuro nel caso in cui la quantità di visitatori aumenti nel tempo.

Trarrò comunque vantaggio dalla velocità della pagina senza dati/visitatori sufficienti?

Forse, ma non direttamente. Google non utilizzerà i dati di laboratorio se il tuo dominio non dispone di dati di campo sufficienti.

Si potrebbe dire che un sito senza dati sufficienti non è ancora abbastanza interessante (o non può essere trovato) per una grossa fetta di visitatori. E poiché ci sono alcuni fattori di ranking, un sito web ha già altri modi per ottenere un ranking più alto. Ovviamente, una buona velocità di pagina / UX potrebbe effettivamente indurre le persone a visitare più pagine, finendo magari per ottenere una quantità sufficiente di dati. Quindi, pagespeed in combinazione con una buona UX tecnica conta ancora, ma in questo caso indirettamente. Inoltre, un dominio o anche una pagina specifica ha bisogno di un numero sufficiente di visitatori per fornire una rappresentazione affidabile della sua esperienza di pagina e Web Vitals principali.

Cosa succede se una pagina non ha dati di campo, ma altre hanno?

Google Search Console sta già raggruppando le pagine. Core Web Vitals farà lo stesso . Se una pagina (ad esempio appena lanciata) non ha un numero sufficiente di visitatori, potrebbe tornare indietro e riutilizzare i dati di pagine simili. Se Google non riesce a trovare pagine simili, tornerà al riepilogo di origine.

Attualmente, si può vedere solo se ci sono dati sufficienti per una pagina specifica e/o un riepilogo dell’origine. Potrebbe essere necessario esaminare Google Search Console per avere un’idea del raggruppamento delle pagine.

Come raccogliere dati io stesso quando il mio sito non ha visitatori sufficienti?

Si spera che avrai abbastanza traffico per ottenere alcuni dati per vedere i dati del campo all’interno di PageSpeed Insights, Google Search Console e CrUX. In caso contrario, puoi comunque tenere traccia dei principali Web Vitals dei tuoi visitatori e archiviarli dove vuoi. Ad esempio a Google Analytics o tramite Google Tag Manager. GoogleChrome ha pubblicato una libreria, inclusi esempi di codice su github .

Puoi anche utilizzare strumenti come SpeedCurve, Akamai e Cloudflare (quando già utilizzi Cloudflare, ad esempio) o strumenti più economici ma arricchiti come CWV Insights.

Meglio avere un punteggio elevato a livello labs o di dati Crux?

La corretta risposta a questa domanda è quella di affermare con estrema fermezza che i dati LABS indicano ma non provano.

Molti plugin di ottimizzazione della velocità di WordPress tendono solo ad “ingannare” questi test con tecniche discutibili come il delay di tutte le risorse e pertanto ottenere un punteggio LABS molto elevato magari tendente al 100. Tuttavia molto spesso questi punteggi oltre il 90 o il 100 finiscono con il NON superare il punteggio su strada dei dati CRUX.

Google sa di poter sbagliare e di approssimare, nonchè di poter essere ingannata, ed ecco il motivo per cui preferirà sempre attingere ai dati reali dei visitatori e delle sessioni di navigazione reale per capire l’effettiva velocità e performance del vostro sito web.

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

SOLO UN ATTIMO !

Vorresti vedere come gira il tuo WooCommerce sui nostri sistemi senza dover migrare nulla ? 

Inserisci l'indirizzo del tuo sito WooCommerce e otterrai una dimostrazione navigabile, senza dover fare assolutamente nulla e completamente gratis.

No grazie, i miei clienti preferiscono il sito lento.
Torna su