23 Agosto 2022

Aggiornamento dell’algoritmo “Helpful Content” di Google in arrivo a breve

Google sta implementando un aggiornamento dell’algoritmo, chiamato aggiornamento del contenuto utile, che svaluta i contenuti scritti per i motori di ricerca.

Google Helpful Content Update
Print Friendly, PDF & Email

Google ha annunciato che la prossima settimana lancerà un nuovo aggiornamento dell’algoritmo chiamato aggiornamento dei contenuti utili. Ha lo scopo di aumentare i contenuti scritti per le persone e svalutare i contenuti scritti principalmente per la SEO.

A differenza del recente aggiornamento della recensione del prodotto, che ha come target specifici tipi di pagine, l’utile aggiornamento del contenuto è a livello di sito. Ciò significa che ha il potenziale per avere un impatto su tutte le pagine.

L’aggiornamento dei “Contenuti utili” introduce anche un nuovo segnale che Google utilizzerà per classificare le pagine web.

Sebbene Google stia avvisando su queste modifiche all’algoritmo, una settimana non è molto tempo per prepararsi. Tuttavia, si potrebbe sostenere che tutti i siti dovrebbero essere scritti in primo luogo per gli esseri umani.

Se avete un sito pieno di contenuti che fanno uso di parole chiave ridondate, un utilizzo estenuante di sinonimi, keyword e stratagemmi vari che rendono la lettura innaturale e palesemente impostata per i motori di ricerca, sarebbe intelligente “normalizzare” tutti i vostri contenuti, evitando quelle bad practices che Google fino ad oggi vi ha concesso.

Con l’avvento dell’intelligenza artificiale e del Machine Learning ci si troverà sempre più frequentemente di fronte a dei revisori automatici ma con la stessa affidabilità umana o quasi.

Come consiglio e best practices per il futuro, dunque, immaginate di dover scrivere non solo per il vostro pubblico di riferimento, ma anche per un revisore umano di Google.

Ecco tutte le informazioni disponibili in questo momento.

Aggiornamento di Helpful Content di Google

Google ha pubblicato oggi il seguente annuncio su Twitter:

“La prossima settimana, lanceremo “l’aggiornamento dei contenuti utili” per garantire che le persone vedano più contenuti originali e utili scritti da persone, per le persone, piuttosto che contenuti creati principalmente per il traffico dei motori di ricerca”.

Il tweet si collega a un articolo del blog con ulteriori informazioni, inclusi i dettagli su come i siti Web possono continuare ad avere successo dopo il lancio dell’utile aggiornamento del contenuto.

A cosa serve l’update Helpful Content?

Questo aggiornamento introduce un nuovo segnale di ranking che avrà un impatto negativo sui siti che pubblicano quantità elevate di contenuti con scarso valore, hanno un valore aggiunto basso o non sono utili per gli utenti.

“Qualsiasi contenuto, non solo contenuto non utile, su siti determinati ad avere quantità relativamente elevate di contenuto non utile in generale ha meno probabilità di funzionare bene nella Ricerca, supponendo che ci siano altri contenuti altrove dal Web che è meglio visualizzare. Per questo motivo, la rimozione di contenuti non utili potrebbe aiutare il posizionamento degli altri tuoi contenuti”.

Cosa devo fare se l’aggiornamento Helpful Content ha un impatto negativo su di me?

Se l’utile aggiornamento dei contenuti ti colpisce, Google consiglia di rimuovere i contenuti non utili dal tuo sito web.

I siti interessati dall’aggiornamento potrebbero scoprire che gli effetti dureranno diversi mesi, afferma Google. Il post sul blog di Google continua:

“Il nostro classificatore per questo aggiornamento funziona continuamente, consentendo di monitorare i siti appena lanciati e quelli esistenti. Poiché determina che il contenuto non utile non è tornato a lungo termine, la classificazione non si applicherà più”.

Altre note sull’Helpful Content Update di Google

Infine, ecco alcune note finali sull’utile aggiornamento dei contenuti:

  • L’aggiornamento non è un’azione manuale. Il processo è automatizzato utilizzando un modello di apprendimento automatico.
  • I contenuti incentrati sulle persone possono comunque classificarsi anche se sono pubblicati su siti con grandi quantità di contenuti inutili.
  • Il segnale è ponderato, il che significa che alcuni siti vengono colpiti più duramente di altri.
  • Solo le ricerche in inglese saranno interessate, tanto per cominciare.

Ciò che i creatori dovrebbero sapere sull’utile aggiornamento Helpful Content di Google

La Ricerca Google lavora sempre per connettere meglio le persone a informazioni utili. A tal fine, stiamo lanciando quello che chiamiamo “aggiornamento dei contenuti utili” che fa parte di uno sforzo più ampio per garantire che le persone vedano contenuti più originali e utili scritti dalle persone, per le persone, nei risultati di ricerca. Di seguito sono riportate ulteriori informazioni sull’aggiornamento e sulle cose che i creatori dovrebbero considerare.

L’aggiornamento Helpful content Update, mira a premiare meglio i contenuti in cui i visitatori sentono di aver avuto un’esperienza soddisfacente, mentre i contenuti che non soddisfano le aspettative dei visitatori non funzioneranno altrettanto bene.

Come puoi assicurarti di creare contenuti che avranno successo con il nostro nuovo aggiornamento? Seguendo i consigli di Google e linee guida di lunga data per creare contenuti per le persone, non per i motori di ricerca. I creatori di contenuti incentrati sulle persone si concentrano innanzitutto sulla creazione di contenuti soddisfacenti, utilizzando anche le migliori pratiche SEO per offrire valore aggiunto agli utenti. Rispondere sì alle domande seguenti significa che probabilmente sei sulla strada giusta con un approccio incentrato sulle persone:

  • Hai un pubblico esistente o previsto per la tua attività o sito che troverebbe utili i contenuti se arrivassero direttamente a te?
  • I tuoi contenuti dimostrano chiaramente competenze di prima mano e una profonda conoscenza (ad esempio, esperienza che deriva dall’aver effettivamente utilizzato un prodotto o servizio o dalla visita di un luogo)?
  • Il tuo sito ha uno scopo o un focus primario?
  • Dopo aver letto i tuoi contenuti, qualcuno se ne andrà sentendo di aver imparato abbastanza su un argomento per raggiungere il proprio obiettivo?
  • Qualcuno che legge i tuoi contenuti se ne andrà come se avesse avuto un’esperienza soddisfacente?
  • Stai tenendo presente la nostra guida per gli aggiornamenti principali e per le recensioni dei prodotti?

I nostri consigli sull’avere un approccio incentrato sulle persone non invalidano le migliori pratiche SEO, come quelle trattate nella guida SEO di Google. La SEO è un’attività utile quando viene applicata ai contenuti incentrati sulle persone. Tuttavia, i contenuti creati principalmente per il traffico dei motori di ricerca sono fortemente correlati ai contenuti che i ricercatori trovano insoddisfacenti.

Come evitare di adottare un approccio incentrato sui motori di ricerca? Rispondere sì ad alcune o tutte le domande è un segnale di avvertimento che dovresti rivalutare il modo in cui stai creando contenuti nel tuo sito:

  • Il contenuto è principalmente per attirare le persone dai motori di ricerca, piuttosto che per gli esseri umani?
  • Stai producendo molti contenuti su argomenti diversi nella speranza che alcuni di essi possano funzionare bene nei risultati di ricerca?
  • Stai utilizzando una vasta automazione per produrre contenuti su molti argomenti?
  • Stai principalmente riassumendo ciò che gli altri hanno da dire senza aggiungere molto valore?
  • Stai scrivendo di cose semplicemente perché sembrano di tendenza e non perché altrimenti ne scriveresti per il tuo pubblico esistente?
  • I tuoi contenuti lasciano ai lettori la sensazione di dover eseguire nuovamente la ricerca per ottenere informazioni migliori da altre fonti?
  • Stai scrivendo a un conteggio di parole particolare perché hai sentito o letto che Google ha un conteggio di parole preferito? (No, non lo facciamo).
  • Hai deciso di entrare in un’area tematica di nicchia senza alcuna reale esperienza, ma principalmente perché pensavi di ottenere traffico di ricerca?
  • I tuoi contenuti promettono di rispondere a una domanda che in realtà non ha risposta, come suggerire che esiste una data di uscita per un prodotto, un film o un programma TV quando uno non è confermato?

L’update inizierà a essere distribuito entro il mese di agosto 2022. Verrà pubblicato sulla pagina degli aggiornamenti del ranking di Google quando inizierà e quando sarà completamente implementato, il che potrebbe richiedere fino a due settimane. Questo aggiornamento introduce un nuovo segnale a livello di sito che verranno considerati tra molti altri segnali per il posizionamento delle pagine web. I nostri sistemi identificano automaticamente i contenuti che sembrano avere scarso valore, basso valore aggiunto o comunque non particolarmente utili per chi effettua ricerche.

Qualsiasi contenuto, non solo contenuto inutile, su siti determinati a contenere quantità relativamente elevate di contenuto non utile in generale ha meno probabilità di funzionare bene nella Ricerca, supponendo che ci siano altri contenuti altrove dal Web che è meglio visualizzare. Per questo motivo, la rimozione di contenuti non utili potrebbe aiutare il posizionamento degli altri tuoi contenuti.

Una domanda naturale che alcuni avranno è quanto tempo impiegherà un sito a fare meglio, se rimuove contenuti inutili? I siti individuati da questo aggiornamento potrebbero trovare il segnale applicato ad essi nell’arco di alcuni mesi. Il nostro classificatore per questo aggiornamento viene eseguito continuamente, consentendo di monitorare i siti appena lanciati e quelli esistenti. Poiché determina che il contenuto non utile non è tornato a lungo termine, la classificazione non sarà più applicata.

Questo processo di classificazione è completamente automatizzato, utilizzando un modello di apprendimento automatico. Non è un’azione manuale né un’azione di spam. Invece, è solo un nuovo segnale e uno dei tanti segnali che Google valuta per classificare i contenuti.

Ciò significa che alcuni contenuti incentrati sulle persone su siti classificati come con contenuti non utili potrebbero comunque classificarsi bene, se ci sono altri segnali che identificano quei contenuti incentrati sulle persone come utili e pertinenti per una query. Anche il segnale è ponderato; i siti con molti contenuti inutili potrebbero notare un effetto più forte. In ogni caso, per il miglior successo, assicurati di aver rimosso i contenuti non utili.

Questo aggiornamento ha un impatto sulle ricerche in inglese a livello globale per cominciare ma Google prevede di espandersi in altre lingue in futuro. Nei prossimi mesi, continueranno anche a perfezionare il modo in cui il classificatore rileva i contenuti non utili e avvieranno ulteriori sforzi per premiare meglio i contenuti incentrati sulle persone.

Hai dei dubbi? Non sai da dove partire? Contattaci


Abbiamo tutte le risposte alle tue domande per aiutarti nella giusta scelta.

Chatta con noi

Chatta direttamente con il nostro supporto prevendita.

0256569681

Contattaci telefonicamente negli orari d’ufficio 9:30 – 19:30

Contattaci online

Apri una richiesta direttamente nell’area dei contatti.

INFORMAZIONI

ManagedServer.it è il principale provider italiano di soluzioni hosting ad alte performance. Il nostro modello di sottoscrizione ha costi contenuti e prevedibili, affinché i clienti possano accedere alle nostre affidabili tecnologie di hosting, server dedicati e cloud. ManagedServer.it offre, inoltre, eccellenti servizi di supporto e consulenza su Hosting dei principali CMS Open Source come WordPress, WooCommerce, Drupal, Prestashop, Magento.

Torna su